Zidane “pesca” in Serie A. Lutto nel mondo del nuoto –


ROMA – Ci sono anche quattro big della Serie A nella lunga lista di calciatori che il tecnico del Real Madrid Zinedine Zidane ha consegnato al presidente Florentino Perez per far tornare la squadra protagonista in Spagna e nel Mondo . Si tratta dello juventino Miralem Pjanic; di Milan Skriniar, difensore slovacco dell’Inter; del centrocampista avanzato della Lazio, Sergej Milinkovic-Savic; del difensore del Napoli, Kalidou Koulibaly. Nella lista spiccano il difensore De Ligt dell’Ajax, Kane del Tottenham, Pogba del Manchester United e Marcos Alonso del Chelsea e Alaba del Bayern Monaco.


Zidane “pesca” in Serie A. Lutto nel mondo del nuoto

RIVOLUZIONE CHAMPIONS – Partite nel weekend a partire dai quarti di finale un sistema di promozioni e retrocessioni. Sarebbe il progetto del nuovo format della Champions League a cui starebbero lavorando in segreto la UEFA e l’ECA, l’associazione dei principali club europei di cui è presidente Andrea Agnelli. Lo ha rivelato il Wall Street Journal, che scrive del vertice in programma oggi a Nyon. Fautori principali del nuovo format sono top club come Real Madrid, Barcellona e Juventus, che puntano a giocare la Champions nei fine settimana per aumentare sempre di più i ricavi provenienti dai diritti tv e dalle sponsorizzazioni.

ABRAMOVICH VENDE? – In queste ore si fanno sempre più insistenti le voci di un interessamento di Jim Ratcliffe alle quote del Chelsea. Secondo il Daily Mirror ci sarebbe già un’offerta pronta. Il 66enne magnate britannico, l’uomo più ricco del Regno Unito con un patrimonio stimato di oltre 21 miliardi di sterline, di recente ha acquistato il Team Sky. Secondo i media inglesi Abramovich chiederebbe almeno 2,5 miliardi di sterline per consegnare il club Blues che, oltre 15 anni fa, acquistò per soli 140 milioni di sterline. Ratcliffe possiede già la squadra svizzera di calcio del Losanna, ma ha sempre avuto in mente la Premier.

TRAGEDIA NEL NUOTO – E’ morto ad appena 26 anni Kenneth To, atleta di Hong Kong ma con passaporto australiano, specialista dello stile libero e dei misti. Il giovane nuotatore ha avuto un malore durante una sessione di allenamento in Florida, è stato subito trasportato in ospedale dove però è deceduto, ha fatto sapere l’istituto sportivo di Hong Kong. Argento ai mondiali nel 2013 l’atleta aveva conquistato altre tre medaglie iridate – argento e due bronzi – in vasca corta. Nel palmares anche sei podi alle Olimpiadi giovanili di Singapore nel 2010, tra cui l’oro nei 400 misti.

di Enrico SarzaniniEdipress


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *