Via della Seta, ecco la start up che accompagna i big spender cinesi


Milano, 15 marzo 2019 – 14:48

Digital To Asia punta ad aumentare gli acquisti dei clienti cinesi nei negozi e nelle strutture turistiche, a partire da Milano e Roma



Ogni anno almeno 3 milioni e mezzo di viaggiatori cinesi arrivano in Italia, tanti turisti, ma anche aziende e uomini d’affari. Visitano principalmente le citt pi celebri, Roma, Firenze, Venezia, Milano. E nel capoluogo lombardo, molto attrattivo per la Moda ma non solo, la spesa media di un turista cinese di circa 900 euro al giorno. Tra hotel, ristoranti, visite d’arte, acquisti. I prodotti pi richiesti sono innanzitutto quelli di lusso, ma anche la cosmetica, il Food e in generale tutto quello che riguarda il Lifestyle, lo stile di vita italiano, ammirato e desiderato per gusto, eleganza, qualit.

Quello del turismo cinese nel nostro Paese ormai un Business considerevole, e in continua crescita, e per intercettare proprio questa forte domanda turistica stata creata e ha iniziato a operare una Startup, Digital to Asia, che ‘accompagna’ i visitatori asiatici nel corso del loro soggiorno italiano, soprattutto per quanto riguarda lo Shopping e le visite alle principali attrazioni cittadine. Un servizio fornito da una Startup non a caso italo-cinese (due soci sono italiani e il terzo originario del grande Paese asiatico), che per ora assiste i turisti orientali in visita a Roma e Milano, e che con il tempo potrebbe espandersi ulteriormente. I tre ideatori e fondatori della Startup sono Giuliana Zagarella, esperta di Digital transfomation, Giovanni Capra, specialista nel Retail della grande distribuzione e marchi del lusso, e Jerry Liu, che si occupa di Social digital marketing.

Digital To Asia ha come obiettivo quello di aumentare gli acquisti dei clienti cinesi nei negozi e nelle strutture turistiche italiane, con opportune azioni di comunicazione online e offline. Sempre per rendere pi Smart, facile e accogliente il soggiorno dei turisti orientali, la Startup sviluppa attivit di comunicazione sui canali digitali cinesi, anche con eventi ad hoc sul territorio per promuovere lo Shopping nei negozi italiani. Senza tralasciare aspetti culturali (come il Capodanno cinese, che ha portato in Italia molti turisti in vacanza), ad esempio con la formazione della forza vendita dei negozi verso le tradizioni cinesi, la presenza di materiale promozionale, e altre strategie sui canali digitali.

Tutti strumenti che migliorano la Customer experience del visitatore e cliente asiatico, e favoriscono l’acquisto del prodotto ‘Made in Italy’ anche al suo ritorno in Cina. Per favorire e promuovere lo Shopping nei negozi italiani, tra quelli di via Condotti nella Capitale alle boutique di Montenapoleone nel Triangolo della moda milanese, Digital To Asia ha anche avviato delle partnership con Alipay, societ per i pagamenti digitali del Gruppo Alibaba, e Global Blue, altra societ leader di mercato nel rimborso Tax Free per stranieri.

15 marzo 2019 | 14:48

© RIPRODUZIONE RISERVATA


https://www.corriere.it/rss/homepage_innovazione.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *