Unicredit, batte Caius Capital – Corriere.it


UniCredit e Caius Capital LLP in una nota congiunta hanno comunicato di aver raggiunto un accordo definitivo e transattivo della controversia relativa ai cashes e, di conseguenza, UniCredit ha rinunciato agli atti del giudizio nei confronti di Caius e dei fondi da esso gestiti. Il gruppo bancario di piazza Gae Aulenti aveva «iscritto a ruolo presso il tribunale di Milano un atto di citazione contro Caius Capital e i fondi Caius, con cui ha chiesto il risarcimento di danni per circa 90 milioni di euro in conseguenza delle iniziative assunte nel corso degli ultimi mesi da Caius Capital e dai fondi sul tema dei Cashes». La nota informa che «sebbene i termini dell’accordo transattivo siano confidenziali, tale accordo prevede fra l’altro che Caius, senza che ciò comporti riconoscimento di responsabilità, faccia la seguente dichiarazione pubblica per mettere fine alle preoccupazioni sollevate da Caius in relazione ai Cashes». Caius, che non intende intraprendere ulteriori iniziative pubbliche, legali o regolamentari in relazione a Unicredit o ai suoi strumenti finanziari, si impegna inoltre ad astenersi da ulteriori discussioni o dichiarazioni pubbliche in relazione a Unicredit o ai suoi strumenti finanziari. «Senza che ciò comporti riconoscimento di responsabilità, Caius conferma di aver versato un importo omnicomprensivo a favore di Unicredit

18 dicembre 2018 (modifica il 18 dicembre 2018 | 12:48)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *