Triumph Scrambler 1200 XC e XE La prova delle due smart classic


Triumph con le due nuove Scrambler XC e la XE conferma quanto le sue moto sia curate e ben realizzate. Si pu ammettere senza alcun dubbio che non si badi a spese a partire dalla scelta dei materiali, l’assenza di plastica e l’utilizzo dell’alluminio per parafanghi, carter, protezioni calore, tappo serbatoio. La qualit percepita di alto livello utile a definire l’aspetto di classic bike, ma che si integra perfettamente con il lato tecnologico fatto di elettronica pro-guida e connettivit. Ride By Wire multi-mappa (ben 6 i Riding mode per la XE tra cui la modalit Off Road Pro), Cruise Control, Traction control e Cornering ABS di Continental gestiti dalla piattaforma inerziale.

Smart Classic Le novit riguardano anche l’aggiornamento della strumentazione con schermo TFT multifunzione di seconda generazione con possibilit di connessione allo Smartphone con navigazione “Turn by Turn” di Google Maps (prima assoluta sul mercato) fino addirittura alla connessione e gestione della Go-Pro (con inquadratura visibile nel display), in pi previsto un alloggiamento sottosella per il cellulare con presa di ricarica.

Scelta di stile Il progetto costruito intorno al motore bicilindrico 1200 Hi-Torque, raffreddato a liquido con potenza da 90 cv a 7.400 giri con una coppia di 110 Nm a 3.750 giri inserito nel telaio in tubi d’acciaio. Riconoscere le due versioni facile perch le differenti altezze sono legate alla ciclistica e alle sospensioni di diversa escursione. Per entrambe le Scrambler stessi freni (i quasi racing Brembo con pinze radiali M50), il diametro delle ruote, con l’introduzione per il segmento della ruota anteriore da 21 pollici. Tante sono le differenze tecniche a partire dal forcellone in alluminio che nella versione XE ha una lunghezza maggiore e l’elettronica a bordo che per questa versione decisamente pi sofisticata e completa.

XC Cross Country o XE Cross Extreme La XC pi easy, le sospensioni hanno una corsa di 200 mm, la forcella regolabile marchiata Showa con diametro da 45 mm e la sella a 840 mm da terra. Il livello di elettronica alto: cinque Riding mode -Road, Rain, Off-Road, Sport e Rider. Il controllo di trazione su 5 livelli e l’ABS di tipo tradizionale non si avvale del supporto della piattaforma inerziale. La XE punta il faro a LED verso altre destinazioni, complice l’escursione maggiore delle ruote e la sella pi alta di 3 centimetri, il manubrio largo 905 mm e le quote della ciclistica crescono grazie al diverso forcellone che la rende pi stabile nella guida stradale e in fuoristrada. Maggiore anche il peso che dai 205 kg a secco della XC aumenta a 207 kg a secco. La XE vanta lunghissimi ammortizzatori Ohlins con serbatoio Piggy Back, forcella da 47 mm della Showa, il cornering ABS e l’IMU(piattaforma inerziale) a supportare la guida. La dotazione di serie pi ricca comprendendo pedane regolabili, paramani con anima in alluminio e manopole riscaldate.

Buon equilibrio Il bicilindrico parallelo un motore ben collaudato e che negli anni ha sempre ottenuto giudizi lusinghieri; perch 90 cavalli e 110 Nm di coppia sono ottimi valori dedicati alla guida su strada e dispone di un buon tiro ai regimi medio/ bassi, poca rumorosit meccanica e un sound allo scarico riconoscibile. Buona la modulabilit della frizione, si fa poca fatica nell’azionarla se si guida in citt e il cambio pur non essendo particolarmente morbido preciso negli innesti.

Hyper tecnologica L’aspetto di Scrambler che ricorda le classiche degli anni ‘70 nasconde un concentrato di tecnologia e di fatto sono un valido concorrente delle maxi-enduro e non solo. Perch hanno stile e le capacit di affrontare ogni percorso. La XE forte di elettronica, dispone di sei Riding mode di cui uno completamente personalizzabile e la variante off-Road pro, la piattaforma IMU di Continental che gestisce il cornering ABS e il controllo di trazione. Di serie per entrambe il cruise control, il key-less, le manopole riscaldate, l’applicazione per controllare direttamente un’eventuale GoPro e il sistema di navigazione che dialoga con Google e gli smartphone attraverso il display TFT di seconda generazione.

Guidare per credere Le Scrambler hanno quel che serve per affrontare in relax anche un lungo viaggio perch sono moto complete. Su strada si guidano bene, senza faticare nei cambi di direzione nonostante la ruota anteriore da 21 pollici, storicamente misura idonea alla guida in fuoristrada piuttosto che sull’asfalto. Eppure, nonostante l’aspetto il piacere di guida elevato, perch si aiutati da un comando del gas molto preciso e pronto a rispondere anche con pochi gradi di apertura dell’acceleratore. Ottimo la scelta di equipaggiare le due versioni con l’impianto frenante della Brembo con dischi da 320 mm e pinze monoblocco M50 che pur avendo una vocazione quasi racing non perde mai la modulabilit sia sullo sterrato sia sull’asfalto. Ottimo l’ABS cornering che interviene solo in caso di emergenza e pu essere disinserito nella guida in fuoristrada.

Prezzi Scrambler 1200 XC a partire da 14.500 euro e Scrambler XE da 15.500 euro.

Pregi Equilibrio dinamico; prestazioni motore; qualit costruttiva
Difetti Vibrazioni motore alti regimi; calore emesso dallo scarico

Scheda tecnica
XE (XC)
Motore: bicilindrico parallelo fronte marcia
Cilindrata: 1.200cc
Alesaggio/corsa 97,6 x 80 mm
Rapporto di compressione 11 : 1
Potenza massima:90 cv (66,2 kW)@7.400 giri/min.
Coppia massima: 110 Nm a 3.950 giri/min.
Sospensione anteriore: Forcella regolabile Showa da 47 mm(45mm) escursione 250 mm(200 mm)
Sospensione posteriore: doppio ammortizzatore Ohlins regolabile escursione 250 mm(200 mm)
Freno anteriore: doppio disco da 320 mm, pinza Brembo M50 monoblocco a 4 pistoncini
Freno posteriore a disco da 255 mm, pinza a 2 pistoncini
Altezza sella: 870 mm(840 mm)
Interasse: 1.570 mm (1.530 mm)
Angolo sterzo 26.9 (25.8)
Avancorsa 129,2 mm (121 mm)
Peso a secco: 207 kg (205 kg)
Capacit serbatoio: 16 l
Consumo dichiarato: 4.9 l/100 km

10 gennaio 2019 (modifica il 10 gennaio 2019 | 15:43)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/motori.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *