Totti «Mi manca il campo». Juve, ansia Chiellini –


ROMA «La cosa che mi manca veramente è spogliarmi la domenica». Francesco Totti si è raccontato in una lunga intervista rilasciata all’emittente Bein Sports a Doha dove l’ex giocatore giallorosso è per il workshop “Together AS Roma” con gli sponsor. L’attuale ruolo è certamente più duro: «Da giocatore riuscivi sempre a trovare qualche guizzo all’improvviso – spiega – questo nuovo ruolo è diverso: è più difficile». Secondo Totti «sarà difficile fermare il dominio della Juve perché è strutturata per vincere, come società, come squadra», e si è detto certo che la Nazionale «può far bene e deve far bene. Deve – è l’auspicio del dirigente – tornare sul tetto del mondo».


Totti «Mi manca il campo». Juve, ansia Chiellini

TEGOLA JUVE – Vigilia di Champions per la Juventus domani di scena ad Amsterdam contro l’Ajax, andata dei quarti di finale. Allegri ha recuperato Cristiano Ronaldo ma deve fare i conti con il problema muscolare accusato da Giorgio Chiellini che in allenamento ha sentito dolore al polpaccio. A forte rischio la sua presenza, in caso di forfait, il tecnico juventino dovrebbe schierare Daniele Rugani accanto a Leonardo Bonucci vista l’indisponibilità sia di Martin Caceres che di Andrea Barzagli. Nell’altra sfida il Mancheser United ospita il Barcellona. Stasera Tottenham-Manchester City e Liverpool-Porto.

VAR – Diminuisce il margine di errore del Var, ma non le proteste dei calciatori, che anzi sono in aumento. Sono due dei trend descritti dall’analisi presentata dall’Aia nel secondo confronto stagionale con le società di Serie A. I dati, aggiornati alla 30/a giornata di campionato (escluso il recupero LazioUdinese), riguardano 313 partite (299 di Serie A, 14 di coppa Italia): si contano 18 errori (erano sette a novembre, dopo le prime 120 gare), metà dei quali dovuti al mancato intervento del Var. Per quanto riguarda le categorie di errore, otto sono casi di rigore, cinque falli di mano, due espulsioni, una situazione fuori dal protocollo e un fuorigioco. «C’è una tensione di base abbastanza palpabile», ha sottolineato il designatore, Nicola Rizzoli.

PIOLI Stefano Pioli resta sulla panchina della Fiorentina. E’ quanto è stato deciso dopo il vertice andato in scana a Milano fra Andrea Della Valle (con il fratello Diego video collegato dalla Cina dove si trova per affari), il presidente esecutivo, Mario Cognigni, e il direttore generale dell’area tecnica, Pantaleo Corvino. Superata l’amarezza per il ko interno contro il Frosinone la società si aspetta una risposta nella prossima sfida interna contro il Bologna ma soprattutto con l’Atalanta, ritorno delle semifinali di Coppa Italia. Avanza l’ipotesi di ritiro anticipato, provvedimento che potrebbe scattare da metà settimana.

di Enrico SarzaniniEdipress


https://www.youchannel.org/feed/

Cerchi un autonoleggio ?

Scegli ora: Autonoleggio Economico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *