Torreira, gol e dedica all’amico scomparso: «Ci manchi, Rafita»


Lucas Torreira ci teneva in modo particolare a segnare contro il Napoli, nell’andata dei quarti di Europa League, perché doveva rendere omaggio all’amico di una vita che ora non c’è più. Vero, il gol è stato poi ufficializzato come autorete di Kalidou Koulibaly, ma il commovente gesto del 23enne centrocampista dell’Arsenal resterà impresso per sempre nella memoria dell’Emirates (e dei tifosi della Sampdoria).

Dopo aver visto infatti il pallone superare il portiere azzurro Alex Meret per il definitivo 2 a 0, l’uruguaiano è corso verso la panchina dei Gunners, dove qualcuno gli ha tirato una maglietta bianca, che Torreira ha subito mostrato alle telecamere (l’avesse indossata sotto la maglietta di gioco, sarebbe stato ammonito per regolamento Uefa): sulla t-shirt c’era stampata una foto dello stesso Torreira accanto a un amico, mentre entrambi reggono la maglia numero 34 della Samp e sotto la struggente dedica «Te amos a extranar, Rafita» (ovvero, «Ci manchi, Rafita»), in ricordo dell’amico d’infanzia morto in un incidente stradale. E che i colori blucerchiati siano rimasti nel cuore dell’uruguaiano lo conferma anche la scommessa fatta con il compagno di squadra Sōkratīs Papastathopoulos, ex Genoa, in occasione del derby della Lanterna di domenica: «Domenica c’è il derby? Io e Papa, che tifa Genoa, abbiamo scommesso una cena – ha detto infatti Torreira dopo la vittoria sul Napoli – e speriamo che vinca la Samp per il popolo sampdoriano, a cui voglio molto bene».

12 aprile 2019 (modifica il 12 aprile 2019 | 13:55)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *