Torino-Fiorentina 1-1, gol flash dell’ex Benassi poi la reazione granata


Dopo un pareggio a testa nell’ultimo turno di campionato rispettivamente contro Bologna e Cagliari, Torino e Fiorentina non vanno oltre l’1-1 nell’anticipo serale della decima giornata di Serie A. Allo stadio Olimpico Grande Torino la squadra di Mazzarri, in svantaggio dopo appena sessantacinque secondi di gioco, reagisce e trova il gol del pareggio con un autogol di Lafont. Un risultato giusto al termine di una sfida caratterizzata da numerosi errori individuali da entrambe le parti. Ed è da una sbavatura della difesa granata che nasce il gol viola: Chiesa salta un avversario e crossa in area, De Silvestri sbaglia il rinvio e regala palla a Benassi che da pochi passi batte Sirigu. Il Torino non sta a guardare e firma il pareggio al 13′ in modo altrettanto rocambolesco: la conclusione di Aina dal vertice dell’area si stampa sul palo e termina in rete con la sfortunata deviazione di Lafont. La rete dell’1-1 è una spinta d’adrenalina per i granata che sfiorano il gol pochi minuti dopo con un tiro a botta sicura di Izzo deviato da Biraghi in scivolata.

Il Torino controlla il piano del gioco, tiene corti i reparti e impedisce alla Fiorentina di ripartire e di rendersi pericolosa in contropiede. Al 30′ Mazzarri viene espulso a causa delle sue proteste per una mancata ammonizione ai danni di Vitor Hugo e il match si innervosisce. Nonostante i tentativi offensivi dei granata, il primo tempo termina sul risultato di 1-1 e nella ripresa Pioli decide di correre ai ripari con l’ingresso in campo di Gerson e Simeone. Ma è sempre Chiesa a rendersi pericoloso dalle parti di Sirigu con una conclusione dal limite dell’area che costringe l’estremo difensore a distendersi e a bloccare. Ma dopo un incoraggiante avvio di secondo tempo dei viola, è sempre il Torino a controllare il piano del gioco: Iago Falque è l’uomo più vivace dei suoi e prova spesso la conclusione dalla distanza senza fortuna. Al 63′ una delle migliori occasioni per la Fiorentina: Mirallas corre sulla fascia e crossa per Chiesa che in scivolata sotto porta non arriva sul pallone. Alti e bassi invece per Lafont che al 68′ viene graziato da Belotti dopo un’uscita alta sbagliata per poi riscattarsi con un grande intervento sul mancino di Iago Falque dal limite dell’area.+

Federico Chiesa resta il fulcro di ogni azione offensiva della Fiorentina ma l’esterno azzurro, a parte qualche conclusione dalla distanza che non impensierisce Sirigu, può fare ben poco contro l’attento reparto arretrato avversario. Nel finale Torino e Fiorentina non si accontentano del pareggio e le due squadre si allungano: all’81’ sugli sviluppi di un ribaltamento di fronte, Sirigu è costretto ad uscire per murare Simeone lanciato a rete da Chiesa. Al 90′ la stanchezza si fa sentire e Belotti ci prova con una velleitaria conclusione dalla distanza che termina a lato: è di fatto l’ultima occasione di una partita dai ritmi alti e dalle molte occasioni da entrambe le parti: il Torino sale a quattordici punti, uno in meno della Fiorentina a secco di vittoria da tre giornate.

27 ottobre 2018 (modifica il 27 ottobre 2018 | 22:42)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *