Tirreno-Adriatico, Lutsenko va in fuga e vince, Yates allunga in classifica


Quando hai gambe e fame di vittoria, non c’ nulla che ti possa fermare. Evaso dal gruppo a 35 chilometri dal traguardo, caduto una prima volta in discesa, una seconda a tre chilometri dal traguardo e riacciuffato da tre inseguitori, il kazako Alexey Lutsenko riuscito comunque a conquistare (in volata) la quarta tappa della Tirreno-Adriatico, dal centro storico di Foligno a Fossombrone. Corsa dura e nervosa, molto prima del finale, i grandi favoriti per il successo finale si sono sganciati e hanno provato il colpaccio.

A guadagnarci sono stati, vincitore a parte, soprattutto due leader della classifica generale, Adam Yates, e lo sloveno Primoz Roglic che hanno distanziato di 23” i diretti rivali Dumoulin e Aaphilippe. Roglic, che ha solo 7” di distacco dal leader e dalla sua la cronometro finale di San Benedetto del Tronto, mette cos una seria ipoteca sul successo finale che sar suo se riuscir a superare indenne domenica in trabocchetti dell’arrivo a Recanati. Bene gli azzurri Formolo e Bettiol, a ridosso dei primissimi, come pure Nibali che rimasto col gruppo dei migliori fino al traguardo. Ritirato il vincitore dell’ultimo Tour de France, Geraint Thomas, in condizioni di forma ancora imperfette.

16 marzo 2019 (modifica il 16 marzo 2019 | 16:40)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *