tetto per il reddito, sigarette più care e tassa sui giochi –


Nel 2019 sono disponibili 9 miliardi per il reddito di cittadinanza
e 6,7 per le pensioni anticipate (diventeranno 7 a partire
dall’anno successivo). Le primissime bozze del disegno di legge
di bilancio – in realtà atteso in Parlamento già da
sabato scorso – confermano l’accordo politico tra le due forze
di maggioranza, creando apposite dotazioni finanziarie ma rinviando
a specifiche norme per l’attuazione delle novità: quella
in tema di previdenza dovrebbe essere inserita nello stesso disegno
di legge ma non è ancora definita nei dettagli. Viene
comunque precisato che questi fondi rappresentano un limite massimo
di spesa. Vuol dire che il tetto complessivo non potrà
essere superato e dunque in caso sia raggiunto le prestazioni
potrebbero essere sospese. È previsto però un
meccanismo di flessibilità: qualora su una delle due misure
risultino risparmi, ottenuti anche dalla «decorrenza delle
disposizioni», le relative risorse potranno essere trasferita
all’altra. In pratica vuol dire che il reddito di cittadinanza
o la pensione anticipata con quota 100 potrebbero partire in
ritardo oppure – nel caso della previdenza – funzionare in modo
diluito ad esempio attraverso il meccanismo delle finestre. Per
questo le amministrazioni competenti dovranno procedere a verifiche
trimestrali.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:

  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet

SCOPRI LA PROMO

Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Mercoledì 24 Ottobre 2018, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *