Telecomunicazioni, paradosso Italia: prima nei cellulari, ultima in internet


L’Italia con un fatturato di 32,2 miliardi al quarto posto fra i mercati europei delle telecomunicazioni, dietro a Germania, Gran Bretagna e Francia. Ma con un paradosso: fra i primi al mondo per diffusione della telefonia mobile, mentre in coda, al ventisettesimo posto, nelle linee fisse di banda larga. Un mercato a due velocit: cos viene descritto nell’ultima indagine sul settore delle Tlc realizzata da R&S Mediobanca.

Nel 2017 il settore telecomunicazioni ha rappresentato nel nostro Paese l’1,9% del Pil, il 2,5% della spesa delle famiglie e il 5,2% degli investimenti. Un mercato che, seppure in crescita negli ultimi due anni, ha registrato una contrazione rilevante dal 2013: nella rete fissa i ricavi sono scesi del 5,1% e su quella mobile del 9,2%. Le ragioni? Fattori regolamentari e la competizione, che ha esercitato pressione sui prezzi: la concorrenza non solo interna fra le principali societ ma intervengono anche compagnie e tecnologie alternative come Skype o WhatsApp.

Nella fonia mobile il nostro Paese ha pochi rivali: con una penetrazione del 139% dietro solo a Russia (160%) e Svezia (142%). Migliora ma ancora bassa invece la diffusione delle linee fisse a banda larga, con 27 connessioni ogni 100 abitanti rispetto alle 44 dell’Olanda e alle 42 della Francia. L’Italia poi al 27esimo posto per la velocit di trasferimento dati: siamo a 17,23 megabit per secondo, mentre il Lussemburgo a 375,8, il Giappone a 102, l’Islanda a 90,36 Gran Bretagna e Germania intorno a 42. Sul 5G l’Italia invece fra i paesi pionieri nella sperimentazione con 6 citta su 17 europee.

Nelle quote di mercato Tim tornata prima nel mobile con il 31% a fine settembre, davanti a Vodafone Italia (29,4%) e Wind Tre (29,1%). Da registrare il boom delle not human sim, quelle cio che mettono in comunicazione device di vario tipo e appartengono al mondo dell’internet delle cose (Iot). Tim (l’ex monopolista) al primo posto anche nel fisso con il 51%. La societ, 16esima al mondo per fatturato, presenta la redditivit industriale pi alta in Europa e ha il primato per gli investimenti, pari al 29,3% del fatturato. Ma capitalizza poco pi di 9 miliardi. Contro i quasi 70 di Deutsche Telekom.

25 gennaio 2019 (modifica il 25 gennaio 2019 | 07:39)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *