Su 100 euro ne vengono evasi 16 Sottratti allo Stato 113,5 miliardi


La maglia nera per l’evasione fiscale spetta alla Calabria con il 24,2%: vuol dire che per ogni 100 euro di gettito incassato dal Fisco, 24 euro e 20 centesimi sono rimasti illegalmente in mano agli evasori. Nel 2016 l’evasione stimata in Italia, spiega l’Ufficio studi della Cgia di Mestre, stata del 16%. In termini assoluti si tratta di 113,3 i miliardi di euro sottratti alle casse dello Stato. Nella classifica dell’economia in nero, dietro la Calabria si posiziona la Campania con il 23,2%, seguita dalla Sicilia (22,2%) e dalla Puglia (22%).

La mappa

Nelle regioni del Centro-Nord la situazione desta meno preoccupazioni, spiega la Cgia: in Veneto il tasso di evasione si attesta al 13,8%, nella Provincia autonoma di Trento e in Friuli Venezia Giulia scende al 13,3%, in Lombardia al 12,5% per fermarsi al 12% per cento nella Provincia autonoma di Bolzano. Per combattere questa piaga sociale ed economica — argomenta il coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia Paolo Zabeo — la strada da percorrere una sola: ridurre il peso del prelievo fiscale. In altre parole, pagare meno per pagare tutti. Secondo Zabeo esiste anche un’evasione di sopravvivenza, diffusa in particolar modo al Sud, per cui non pagare le imposte ha consentito in questi ultimi anni la salvaguardia della continuit aziendale e di molti posti di lavoro. Ma per la Cgia il problema nel nostro Paese anche il peso dell’oppressione fiscale che ostacola l’attivit quotidiana, soprattutto delle imprese di piccola dimensione. Al netto delle tariffe applicate dai commercialisti per la tenuta della contabilit aziendale, secondo un’indagine realizzata periodicamente dalla Presidenza del consiglio dei ministri, il costo della burocrazia fiscale in capo agli imprenditori (obblighi, dichiarativi, certificazione dei corrispettivi, tenuta dei registri, etc.) ammonta a circa 3 miliardi di euro all’anno.

29 dicembre 2018 (modifica il 29 dicembre 2018 | 10:27)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *