Strage di Erba, per Olindo e Rosa nuova possibilità dalla Cassazione –


Per Olindo Romano e Rosa Bazzi ci sarebbe una nuova possibilità? Oggi, durante la puntata di Pomeriggio 5, si è tornati a parlare della strage di Erba, l’omicidio multiplo che l’11 dicembre 2016 ha portato alla morte di Raffaella Castagna, il figlio Youssef Marzouk, la madre Paola Galli e la vicina di casa Valeria Cherubini con il suo cane. Il 3 maggio 2011 la Corte di Cassazione ha confermato l’ergastolo per i vicini di casa Rosa Bazzi e Olindo Romano. Ma ora ci potrebbero essere delle novità.

LEGGI ANCHE Strage di Erba, Olindo Romano dal carcere parla a Le Iene per la prima volta

In studio con Barbara D’Urso, il giornalista di Telelombardia Marco Oliva che avrebbe spiegato cosa sta succedendo: «La Cassazione ha detto alla difesa che avrà la possibilità di analizzare nuove prove. Ad agosto la Cassazione aveva detto ‘no’ all’incidente probatorio e molte prove sono state distrutte. Ma la difesa adesso avrebbe l’autorizzazione a compiere indagini difensive sui reperti rimasti, tra cui dei capelli sulla felpa del piccolo Youssef e un accendino. Olindo e Rosa si dicono innocenti. E avrebbero detto che la loro dichiarazione di colpevolezza avrebbe fatto parte di una strategia processuale precedente».

A Pomeriggio 5 anche la dichiarazione dell’amica di Rosa Bazzi, Fernanda: «Rosa non avrebbe mai ucciso una mosca. Olindo era sovrappeso, ogni volta che faceva le scale per venire a casa mia non ce la faceva. Rosa è asmatica e in un posto pieno di fumo ci sarebbe rimasta secca. Gli avevo detto di trovarsi un buon avvocato, perché potevano diventare i capri espiatori. Ma loro erano tranquilli perché dicevano di non aver fatto niente».


Mercoledì 21 Novembre 2018, 19:03 – Ultimo aggiornamento: 21-11-2018 19:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *