Spalletti: «Nainggolan? Davanti al calcio mette altre tre o quattro cose»


L’Inter dunque sceglie di dare un segnale. Marotta però, nella sua veste di consigliere federale, chiede una profonda riflessione: «Vanno esaminati i provvedimenti futuri per non penalizzare quei tifosi che si comportano in modo corretto». Un concetto ribadito da Luciano Spalletti: «Accettiamo questa sentenza. Mi auguro che gli altri facciano lo stesso. Non vorrei che si protestasse per un rigore quando non lo danno e si rimanesse in silenzio quando invece l’episodio è a favore».

Sulla partita il tecnico spiega: «Una vittoria meritata, anche se nel primo tempo non siamo stati brillanti. Siamo fatti un po’ così… Il 3° posto e i 9 punti sulla quinta? Siamo in linea con quanto chiesto dalla società. Dobbiamo fare un campionato importante, un’Europa League importante, anche in Coppa Italia dobbiamo comportarci bene. Ci rimangono due competizioni per alzare un trofeo. Il campionato è già andato…».

Spalletti ha chiarito un piccolo giallo prima del match: nella formazione titolare figurava Perisic, poi ha giocato Politano. «Ho semplicemente sbagliato a compilare la lista consegnata all’arbitro». Poi ha spiegato l’utilizzo di Nainggolan dopo l’esclusione contro il Napoli: «Ci mancava qualche vampata, lui alza il livello. L’ho messo perché pensavo che mi potesse dare una mano. Gli vogliamo bene, è un ragazzo sensibile e ha tutte le qualità della persona che si comporta in maniera corretta. A volte però è attratto da altre cose e se metti troppe cose davanti al calcio non vinci. Lui ne ha tre o quattro di cose che mette davanti al calcio…».

Infine l’uomo copertina Keita, che dedica il gol a Koulibaly: «È mio fratello, giochiamo insieme in Nazionale. Certe cose non possono succedere. Il calcio è una speranza per dare gioia».

29 dicembre 2018 (modifica il 29 dicembre 2018 | 21:33)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *