Solo 1 miliardo all’innovazione (in Francia 10)


Un miliardo di euro per finanziare l’innovazione. Per supportare startup potenzialmente innovative per farle crescere di taglia e averne ricadute positive. Risorse importanti ma non al pari di altri grandi Paesi europei come la Francia, che nel 2016 ha messo sul tavolo un piano da oltre dieci miliardi. Al momento fatto 100 il prodotto interno lordo italiano, appena 1 viene investito in capitale di rischio.

Nel decreto Semplificazioni, in una prima bozza poi cancellata, si era pensato di accorpare le risorse destinate alla sgr di Invitalia Venture in Cassa Depositi tramite il Fondo Italiano d’Investimento partecipato anche da Intesa Sanpaolo, Montepaschi e Unicredit. Alla fine l’idea tramontata polverizzando l’offerta. Da noi la cinghia di trasmissione tra le idee di successo e i capitali che permettono di renderle concrete (e remunerative) poco efficiente. Negli anni scorsi si lavorato sulla leva fiscale cercando di convogliare una parte del risparmio privato detenuto dagli investitori istituzionali (casse previdenziali, assicurazioni, fondazioni bancarie).

Tuttavia nelle loro strategie preferiscono spesso affidarsi alle societ di gestione che diversificano il rischio comprando azionario hi-tech. Cio acquistando azioni dei colossi Usa come Google, Facebook, Apple.

22 dicembre 2018 (modifica il 22 dicembre 2018 | 16:04)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *