Scontro su prescrizione e sicurezza, Conte congela il voto fino al vertice –


«Senza la riforma sulla prescrizione è meglio far
attendere il voto di fiducia sul decreto sicurezza»,
prometteva ieri sera di ribadire al presidente del Consiglio il
ministro Guardasigilli Alfonso Bonafede. Stamane, in attesa del
rientro dei suoi due vice, Di Maio è in Cina e Salvini in
Ghana, toccherà a Conte cercare di smorzare le
polemiche.

Meno di cinque mesi di governo sono comunque bastati a convincere
Conte che all’estero si sta meglio che a palazzo Chigi.
Impegnato in Algeria, il presidente del Consiglio ieri mattina
è dovuto intervenire per cercare di dare una direzione
unitaria allo scontro in corso tra M5S e Lega sulla prescrizione.
Una tensione che alla Camera si è tradotta in un vero e
proprio scontro tra alleati durante la riunione congiunta delle
commissioni Affari costituzionali e Giustizia. Un braccio di ferro
che i grillini hanno tentato di superare cambiando il titolo
all’emendamento che inserisce l’annullamento della
prescrizione e così al ddl. La mossa del cavallo rischia
però di non reggere e di diventare anzi una grana in
più per il presidente della Camera Roberto Fico che stamane
riunirà l’ufficio di presidenza di Montecitorio. Per
superare l’inammissibilità dell’emendamento sulla
prescrizione Francesca Businarolo, relatrice del provvedimento
sull’anticorruzione, ha di fatto allargato l’argomento del
ddl che però a Montecitorio è arrivato come decreto.
Malgrado lo scetticismo sulla mossa semantica dell’alleato alla
Lega interessa che l’argomento prescrizione venga articolato
meglio e non con un semplice emendamento.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:

  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet

SCOPRI LA PROMO

Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Martedì 6 Novembre 2018, 07:01 – Ultimo aggiornamento: 06-11-2018 07:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *