San Siro, Scaroni: «Se lo stadio non si potrà cambiare il Milan andrà via»


Il dibattito sul possibile nuovo stadio di Inter e Milan prosegue. Stavolta interviene il presidente rossonero Paolo Scaroni che intervenendo durante l’evento «Il Foglio a San Siro» spiega: «Non escludo di andare via da San Siro, l’esigenza di fare una cosa ben fatta è assoluta. Se la disputa ideologica su San Siro portasse alla conclusione che non possiamo toccare nulla su questo impianto, noi ce ne andiamo».

Le ipotesi

«Serve fare un percorso come quelli che hanno seguito le big all’estero, dotandoci di una struttura moderna ed efficiente. Solo così avremo ricavi più alti, potremo comprare giocatori, andare in Champions League e magari rivincerla. Ma se non lo facciamo non ci arriveremo mai, Inter e Milan sono alleate in questo progetto», ha proseguito Scaroni. Il presidente rossonero ha poi analizzato l’ipotesi ristrutturazione di San Siro: «Ci frena il fatto che fare lavori in uno stadio in cui si gioca due volte a settimana è un’ipotesi che fa girare la testa. Bisognerebbe lasciare San Siro e giocare in trasferta a Parma, Verona o chissà dove e non credo abbiamo voglia di vedere Inter e Milan giocare lontano da Milano. È questo il dilemma», ha concluso Scaroni.

29 marzo 2019 (modifica il 29 marzo 2019 | 11:26)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *