Salvini su Higuain: «Comportamento indegno, spero in lunga squalifica»


Più che il ministro e il leader politico, ha parlato il tifoso milanista. «Domenica ero a San Siro con mio figlio e mi sono vergognato per il comportamento del nostro centravanti che è stato indegno. Sei pagato milioni di euro per controllarti e spero, lo dico contro il mio interesse di tifoso, che gli diano una squalifica lunga» sbotta il ministro dell’interno Matteo Salvini parlando dell’espulsione di Gonzalo Higuain durante Milan-Juve.

Violenza negli stadi

Eh già perché Salvini, che oggi ha ricevuto il presidente dell’associazione arbitri Marcello Nicchi dopo il caso dell’arbitro picchiato a Roma durante una partita tra dilettanti, che è difficile predicare il no alla violenza ai tifosi, se i primi a scatenarsi sono i giocatori in campo.

E così aggiunge «Le curve italiane? Bisogna fare pulizia dove c’è necessità senza fare di tutta un’erba un fascio. Sono stato in curva per sette anni e non ho mai alzato un dito. Non voglio generalizzare o criminalizzare un settore».
Poi però il leader leghista spiega: «Nella stragrande maggioranza dei casi di aggressione agli arbitri il direttore di gara è stato picchiato da un calciatore. Per quanto mi riguarda chi compie questi atti deve essere radiato. Il presidente Gravina si è insediato da poco – aggiunge Salvini – e sono sicuro che nel giro di qualche mese ci sarà aria più pulita sui campi di calcio».

13 novembre 2018 (modifica il 13 novembre 2018 | 13:04)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *