Rugby, i giocatori aumentano di peso e gli infortuni sono sempre più gravi


Giocatori sempre pi pesanti e scontri sempre pi duri. Con conseguenze sempre pi gravi per gli atleti. Il mondo del rugby s’interroga, dopo che, quella che inizialmente era solo un’impressione di molti, viene certificata, nero su bianco, da uno studio commissionato dall’International rugby union players, l’associazione dei giocatori. Lo studio stato pubblicato su Mj Open Sport & Exercise medicine journale reso noto al grande pubblico dal Times di Londra.

La ricerca

Come spiega lo studio, che si sofferma sui giocatori impiegati nei Tornei delle Cinque e poi Sei Nazioni dagli anni ‘50 ad oggi, il peso medio di un giocatore internazionale cresciuto dagli 84,8 kg del 1955 ai 105 kg attuali. Con conseguenze disastrose s dal punto di vista degli scontri. I tempi di guarigione media dagli infortuni si sono dilatati dai 16 giorni in media del 2002 ai 37 in media del 2018. Del resto la forza di un impatto il prodotto della massa per l’accelerazione e siccome l’accelerazione di un corpo inversamente proporzionale alla massa, l’aumento della massa corporea dei giocatori non affatto un fattore da minimizzare. Si corre (e si accelera) pi di prima, ma muovendo masse sempre pi grandi. Gli impatti quindi diventano devastanti. Basti pensare ai 4 giocatori morti in Francia negli ultimi 8 mesi o ai gravi infortuni subiti da atleti anche celebri.

Rimedi

Proprio per cercare un rimedio ad un gioco diventato sempre pi duro il governo del rugby mondiale si riunir nel mese di marzo a Parigi per vedere di cambiare parti del regolamento e tutelare in questo modo la salute dei giocatori.

20 gennaio 2019 (modifica il 20 gennaio 2019 | 10:31)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *