Roma, abbattuta l’ultima villetta dei Casamonica: riaperta la strada –


Buttata giù anche l’ultima delle 8 villette abusive appartenute ai Casamonica in via del Quadraro 110, periferia est della Capitale. Dopo l’intervento di sgombero delle abitazioni, eseguito l’altro martedì da parte della Polizia Locale, le ruspe hanno terminato il loro lavoro e, finalmente, dopo una settimana è stata riaperta al traffico anche la strada che unisce l’Appia con la Tuscolana. Le operazioni di questi giorni hanno visto impegnate centinaia di persone: dagli agenti Municipale, che hanno presidiato l’intera area 24 ore al giorno, consentendo il regolare svolgimento dei lavori, al personale tecnico ed agli operai che hanno lavorato senza sosta per portare a termine gli interventi di demolizione in tempi rapidi.

Le minacce del Casamonica al consulente immobiliare: «Compra la casa o ti taglio le gambe»

L’impegno proseguirà nelle prossime settimane, durante le quali si procederà con la rimozione ed il relativo smaltimento dei materiali, al fine di liberare completamente l’area, che al temine dell’opera di risanamento, potrà essere restituita alla collettività. Intanto, i Casamonica avranno ancora qualche giorno di tempo per recuperare mobilia ed effetti personali depositati dal Comune in 18 container all’interno del Centro carni sulla Palmiro Togliatti. Per demolire due delle costruzioni ricadenti in un’area sottoposta a ben tre vincoli paesaggistico, storico e archeologico, è stato necessario anche sospendere la vicinissima tratta ferroviaria Roma-Formia. Intanto, dal VII Municipio sono in corso ulteriori indagini e verifiche per individuare altri manufatti sorti abusivamente lungo via dell’Acquedotto Felice e via di Tor Fiscale. 


Mercoledì 28 Novembre 2018, 09:24 – Ultimo aggiornamento: 28-11-2018 09:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *