Rio Ferdinand: «Non ricordo alcune parti della mia carriera per colpa dell’alcol»


Quando Rio Ferdinand era al West Ham non alzava il gomito solo in area di rigore. Come ha infatti raccontato lui stesso al Guardian, ogni occasione era buona per scolarsi birra e super alcolici, al punto che oggi molti ricordi calcistici di quei giorni sono confusi e quando incontra qualcuno che magari gli rammenta determinati episodi, annuisce fingendo di ricordare, ma in realt nella sua testa c’ il vuoto assoluto. Quando ero pi giovane, ero abituato a fare il pieno di alcol – ha ammesso l’ex difensore centrale del Manchester United, oggi apprezzato commentatore televisivo – ed ero capace di arrivare a otto, nove, dieci pinte di birra, poi passavo alla vodka. Sarei potuto andare avanti a bere tutto il giorno e ricominciare poi da capo quello successivo.


La doppietta di Bolt e altre trasformazioni: se il campione cambia sport e vita, da Rio Ferdinand a Jordan e Cantona



Pinto, dai pali del Barcellona al Grammy latino (e a Fast and Furious)


Una dipendenza in piena regola, che poteva costargli davvero cara. Ero un pazzo – ha detto ancora Ferdinand nell’intervista – e oggi alcuni episodi della mia carriera al West Ham sono confusi. Quando la gente mi parla di determinati momenti di gioco durante le partite, io annuisco, fingendo di ricordarmeli, mentre invece non ho la minima idea di quello di cui stanno parlando, perch non me lo ricordo proprio. Ecco perch non stupisce che quella parte della sua vita e della sua carriera siano per lui ancora adesso fonte di grande rammarico. Sono stato fortunato – ha concluso l’ex calciatore, che coi Red Devils ha vinto 6 titoli di Premier League e una Champions League nel 2008 – perch ho avuto una capacit naturale per superare quel periodo della mia vita. Alle persone che oggi mi chiedono se ho qualche rimpianto come giocatore, rispondo che non avrei dovuto bere alcolici, ma a quei tempi, quando io ero al West Ham, c’era una cultura diversa, pensavamo solo al calcio, a bere e ai locali notturni e vivevamo cos.

Nel 2017, in una intervista alla Bbc, Rio aveva confessato di essere andato in depressione dopo la scomparsa della sua compagna Rebecca Ellison, morta di cancro nel maggio del 2015 a 33 anni, anche perch si era ritrovato padre single di tre figli, in costante difficolt e con pensieri suicidi. Anche in questo caso aveva fatto ricorso all’alcol, ma i tempi del West Ham erano molto antecedenti: vi ha giocato in due intervalli tra il 1993 e il 2000, giovanili comprese.

22 gennaio 2019 (modifica il 22 gennaio 2019 | 16:01)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *