Reynor si regala il WardiTV Christmas Invitational –


Lo scorso anno il ragazzo toscano ancora sotto contratto con i Prophecy Esports era riuscito a vincere la seconda edizione del torneo natalizio dando dimostrazione di una grande prova di forza finendo per annichilire in finale la resistenza di un ottimo Namshar. Nel 2018 Romiti è riuscito a replicare il successo dell’anno precedente seppur con qualche difficoltà in più incontrata in particolare durante la fase a gironi dove ha rischiato di essere addirittura eliminato nel gruppo D a causa di alcune difficili sconfitte maturate contro souL e Gerald.

Tuttavia Riccardo “Reynor” Romiti è riuscito a ritrovare la concentrazione necessaria per affrontare un tabellone complicato che però lo ha visto protagonista di una vera e propria cavalcata trionfale che ha condotto l’azzurro ad alzare nuovamente al cielo la coppa virtuale della terza edizione del WardiTV Christmas Invitational. Il ragazzo toscano, attualmente “free agent”, ha infatti liquidato GunGFBanDa, MarineLorD e ShoWTime con grande autorevolezza con tutti risultati secchi di 3-0 che non lasciano molto spazio per commenti di alcun tipo se non per comprensibili complimenti. La finale poi è stata una pura formalità per Reynor che si è trovato ad affrontare il Protoss polacco MaNa che non è riuscito ad opporre molta resistenza al talento azzurro che lo ha travolto per 3-0 chiudendo i conti di un torneo dominato almeno per quanto riguarda la fase ad eliminazione diretta.

Riccardo “Reynor” Romiti ha dunque regalato alla comunità italiana di StarCraft II un’ennesima vittoria internazionale in vista delle festività Natalizie e certamente beneaugurante in vista del 2019 che si aspetta certamente ricco di novità non solo per Reynor ma anche per StarCraft II. Il ragazzo toscano grazie alla vittoria nella terza edizione del WardiTV Christmas Invitational è riuscito a portarsi a casa 300$ e 250 punti validi per il circuito internazionale OSC.

Servizio a cura di GEC – Giochi Elettronici Competitivi


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *