Rai, il Giro d’Italia continuerà ad essere trasmesso


Il Giro d’Italia continuer a essere trasmesso dalla Rai anche nei prossimi due anni. Nel 2018 abbiamo fatto ascolti record – ha spiegato Fabrizio Salini, amministratore delegato dell’azienda – e sono certo che nel prossimo biennio faremo ancora meglio. Sono orgoglioso dell’accordo firmato con Rcs Sport per acquisire i diritti tv della corsa rosa e prometto ai nostri spettatori che tra tv, radio, web e canali tematici trasmetteremo ogni aspetto di questo meraviglioso viaggio attraverso il Paese.

Dell’accordo – presentato marted a viale Mazzini – ha parlato anche Urbano Cairo, presidente di Rcs. stato un accordo complesso – ha detto Cairo – ma credo che la Rai abbia fatto un ottimo affare acquisendo un grande spettacolo sportivo e culturale che verr visto da quasi 900 milioni di persone in 198 nazioni e che unisce tutto il nostro Paese. Le ultime due edizioni della corsa sono state nobilitate dalla sfida tra Dumoulin e Quintana e, lo scorso anno, dal magnifico assalto di Froome sul Colle delle Finestre. Nessun dubbio che anche nel 2019 la sfida agonistica sar avvincente.

Auro Bulbarelli, neo direttore di Rai Sport, ha parlato di copertura totale e trasversale tra Rai 2, Rai Sport e Rai Storia e illustrato come novit principale la nuova diretta a tre voci: al cronista (Andrea Del Luca) e al commentatore tecnico (Alessandro Petacchi) si aggiunger lo scrittore Fabio Genovesi che racconter l’Italia dietro il Giro. Concludendo la presentazione della corsa, al via da Bologna l’11 maggio e con arrivo all’Arena di Verona il 2 giugno, Urbano Cairo ha confessato di attendere con particolare emozione la Cuneo-Pinerolo del 23 maggio. So bene – ha detto – che il percorso di tappa sar solo la traccia di quello in cui Coppi fece la sua grande impresa 70 anni fa, ma la memoria di quel giorno ancora vivissima e io non posso dimenticare che Coppi vinse un mese dopo la tragedia di Superga, risollevando gli animi degli sportivi italiani e di tutti i piemontesi dopo che era accaduto al Grande Torino. Se posso esprimere un desiderio, quello di vedere in corsa Alberto Bettiol: dopo quello che ha fatto al Giro delle Fiandre tutta l’Italia lo vorrebbe applaudire.

10 aprile 2019 (modifica il 10 aprile 2019 | 18:03)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *