quattro nidi aperti a ottobre pronti a chiudere –


Il grido di allarme era partito già a settembre. Tante le
mamme che al rientro dalle ferie avevano trovato chiusi o aperti
per pochi mesi gli asili nido creati con i Pac, i fondi del Piano
Azione e Coesione del Ministero dell’Interno. Budget che
annualmente vengono riassegnati con riparti coordinati sempre dal
Viminale, ma non prima di aver ottenuto una rendicontazione
accurata e una richiesta di proroga da parte della
Municipalità di competenza. Già in passato
c’erano stati problemi proprio nelle compilazioni delle domande
inviate tramite piattaforma Mepa (mercato elettronico della
pubblica amministrazione) e anche stavolta ci sono problemi.
È ancora chiuso, in attesa del via libera da Roma che
però tarda ad arrivare, l’asilo nido «Il
Cucciolo» nella Municipalità 5. Aperti a ottobre ma in
chiusura a dicembre (per scadenza della gestione indiretta) gli
asili nido «Rocco Jemma» (questo aperto a maggio) e
«Fava Gioia» entrambi nella Municipalità 2, e il
«Faraglia» della Municipalità 10, poiché
non essendo stata bandita la nuova gara per riassegnare la
gestione, la continuità pedagogica non potrà essere
garantita poiché le pratiche sono piuttosto lunghe. A questo
contesto non proprio idilliaco dei nidi Pac, va sommato quello dei
nidi comunali a gestione diretta, con seri problemi di organico che
si ripercuotono sulla sicurezza e la crescita dei bimbi.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:

  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet

SCOPRI LA PROMO

Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Lunedì 12 Novembre 2018, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *