Quando Ursula Le Guin scrisse a Jack Vance –


A tutti gli scrittori succede di ricevere lettere di ammirazione dai propri fan. Oggi magari meno, perché la comunicazione epistolare è diventata qualcosa di diverso, ma un tempo la casella della posta riservava spesso piccole soddisfazioni.

Così, verso la fine dell’aprile del 1967, Jack Vance, che a quel tempo viveva in California, in quella casella rossa trovò la lettera di un’ammiratrice dal curioso nome francese, Ursula K. Le Guin. Non sappiamo se Vance sapere chi fosse (e soprattutto chi sarebbe diventata): nel 1967 la Le Guin aveva già pubblicato un paio di romanzi (Il mondo di Rocannon e Il pianeta dell’esilio) e stava per uscire Città delle illusioni. Ma i titoli di maggior successo, come Il mago di Earthsea (1968), La mano sinistra delle tenebre (1969) e I reietti dell’altro pianeta (1974) erano ancora di là da venire. 

Ecco la traduzione della lettera:

Caro signor Vance,

questa è la lettera di una sua ammiratrice… un’ammiratrice totale.

Ho letto tutti i suoi libri e i racconti con grandissimo piacere, e poi, dopo un po’, li ho letti di nuovo, con piacere ancora più grande. 

C’è spesso una adorabile immaginazione al lavoro nella fantascienza, ma spesso le opere sono pasticciate o abbozzate o fanno compromessi. Le sue mai. Lei è competente ed è un artista. 

Per favore, scriva ancora molti libri, scriva ancora molti libri.

Con gratitudine,

Ursula K. Le Guin

Jack Vance, grande autore americano scomparso qualche anno fa, sta tornando sul mercato grazie all’opera di Delos Digital e di Spatterlight, che con un programma a lungo termine vogliono portare in ebook e in stampa i suoi libri. È già uscito Stazione Araminta, primo libro della Trilogia di Cadwal.

Stazione Araminta

Sinossi

A metà lunghezza del Braccio di Perseo, un capriccioso refolo di gravitazione galattica ha imprigionato diecimila stelle spingendole via per la tangente, in un ricciolo con un vortice all’estremità. Questo è lo Sciame di Mircea. Sull’esterno del vortice, ad apparente rischio di volar via nel vuoto, c’è Syrene, una stella bianco-gialla di normale grandezza e luminosità. Syrene tiene intorno a sé tre pianeti fra i quali Cadwal, l’unico mondo abitato del sistema. Pianeta di incomparabile bellezza, Cadwal fu esplorato per la prima volta dalla Società Naturalistica Terrestre che lo pose sotto il vincolo di riserva naturale. Ma nei secoli la popolazione è cresciuta e si è divisa in due società: da una parte Stazione Araminta, che governa la conservazione del pianeta, e dall’altra gli strani Yips dell’Atollo di Lutween. Il giovane Glawen Cattuc sta per compiere sedici anni ed entrare nei ruoli attivi della società, ma un evento drammatico sconvolge la sua lineare esistenza: la sua fidanzata, Sessily Veder, sparisce improvvisamente. Per investigare sulla sua scomparsa Glawen è costretto ad avventurarsi tra gli strani rituali, le abitudini e i misteri che si nascondono nei fantastici paesaggi di Cadwal e che ne minacciano l’equilibrio.

L’autore

Jack Vance (1916-2013) è stato uno dei più grandi autori di fantascienza e fantasy, e certamente tra i più amati dal pubblico. Dopo una serie di lavori di ogni genere, durante la Seconda guerra mondiale si arruola nella marina mercantile e gira il mondo. In questo periodo comincia a scrivere il ciclo della Terra Morente. Tra gli Anni cinquanta e settanta viaggia, in Europa e nel resto del mondo, traendo da queste esperienze esotiche gli spunti per i suoi romanzi: Il pianeta giganteI linguaggi di Pao, il ciclo di Durdane. Nella sua carriera ha scritto decine di romanzi di fantascienza, fantasy e gialli, per un totale di oltre sessanta libri; tra i titoli più famosi ricordiamo i cicli di Lyonesse, dei Principi demoni, di Alastor. Storie ricche di fascino, di personaggi indimenticabili, narrate con uno stile elegante e immaginifico.

Delos Digital insieme in collaborazione Spatterlight si è data l’impegno di riportare sul mercato le opere di questo grande autore.

Jack Vance, Stazione Araminta
(Araminta Station), ciclo: Le cronache di Cadwal, traduzione: Gianluigi Zuddas, Delos Digital, I mondi di Jack Vance 1, isbn: 9788825408287, ebook formato kindle (su Amazon.it) o epub (sugli altri store)
con social drm (watermark) dove disponibile , Euro 6,99 iva inclusa

Ebook disponibile

Acquistalo subito su uno dei seguenti negozi online:





https://www.youchannel.org/feed/

Cerchi un autonoleggio ?

Scegli ora: Autonoleggio Economico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *