Qooder, lo scooter a 4 ruote diventa elettrico e griffato Tod’s


Per chi lo vede per la prima volta, pu sembrare bizzarra l’idea di un veicolo a quattro ruote che sembra un grande scooter ma si guida con la patente B, invece il punto di forza del Qooder dell’azienda svizzera Quadro Vehicles proprio questo: combinare il meglio del mondo delle auto con quello delle moto. Ecco che questo veicolo a 4 ruote, nel traffico cittadino agile come ne avesse due, potendo per contare su un motore da 400cc . E da oggi anche su un motore elettrico, perch a Ginevra la casa elvetica ha presentato l’eQooder, prendendo la tecnologia direttamente dalla Silincon Valley, con il powertrain della californiana Zero Motorcycles: motore elettrico ad alta efficienza , capace di raggiungere una potenza di 45kW e una coppia di 110 Nm, che rispetto al motore termico garantisce prestazioni pari a una cilindrata di 650cc, con una coppia tre volte pi potente. L’autonomia supera i 150 km con ricarica della batteria in meno di sei ore, collegabile dal garage.

La griffe

Qooder un concetto di mobilit nuovo che sposa la sicurezza, la stabilit, e il comfort delle quattro ruote alla maneggevolezza di un grande scooter- spiega Paolo Gagliardo, Ceo di Quadro Vehicles- e soprattutto un prodotto le cui prestazioni possono risolvere le ansie legate ai veicoli elettrici, in termini di autonomia, velocit di ricarica e prezzo, che sar alla portata di tutti, con un piano rata all inclusive di 250 euro al mese. Con un tocco di esclusivit in pi, grazie alle oltre 800 personalizzazioni possibili, che al Salone di Ginevra hanno la loro massima espressione nella prima versione su misura di eQooder griffato Tod’s. L’azienda italiana che ha recentemente lanciato proprio la linea Tod’s No_Code ripropone nel Qooder la stessa linea e colori della Shoeker No_Code a cui si ispira: scocca nera, cerchioni bianchi e banda rossa posteriore. La Shoeker No_Code la fusione perfetta tra l’eleganza di una scarpa italiana e la versatilit e performance di una sneaker tecnica- spiega il designer coreano Yong Bae Seok, capo del centro stile Tod’s No_Code e progettista della nuova categoria di footwear (shoe+ sneaker) – caratteristiche condivise da Qooder e Shoeker, adatti a ogni momento della giornata, dagli appuntamenti pi sportivi ai momenti pi formali.

14 marzo 2019 (modifica il 14 marzo 2019 | 11:12)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/motori.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *