Piazza Affari la peggiore in Europa S’impenna lo spread a 300 punti


Piazza Affari in difficolt: dopo il ribasso di gioved, anche a causa di alcune trimestrali non apprezzate dai mercati, il Ftse Mib il pi pesante fra gli indici europei e a circa un’ora dall’apertura lascia sul terreno l’1,22%. Fra i titoli a maggior capitalizzazione spiccano i ribassi di Leonardo, che perde il 5,83% anche a causa della riduzione dei margini, di Banco Bpm, che era stato il miglior titolo del listino, e di Tim (-4,09%), che ha svalutato le attivit italiane per 2 miliardi e annunciato che non centrer il rapporto fra debito ed Ebitda.

Male le banche e il risparmio gestito, mentre fra gli assicurativi i conti dei nove mesi sostengono Unipol (+1%). In positivo Luxottica e i titoli pi difensivi come Snam (+1,46% in scia alla presentazione del nuovo piano industriale), Terna e Italgas. Fra i titoli a minor capitalizzazione cali di oltre il 4% per Carige e Cattolica. Scivolone per Tod’s, che perde oltre 6 punti percentuali, mentre corre Acea (+6%). Anche lo spread tra Btp italiani e i Bund tedeschi cresce sfondando quota 300 punti. Il differenziale segna 301,7 punti, dopo aver aperto a 297. Il tasso del rendimento si posiziona al 3,447%.

9 novembre 2018 (modifica il 9 novembre 2018 | 10:19)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *