Piano Acea: 4 miliardi di investimenti


Quattro miliardi di investimenti nel periodo 2019-2022 con 900 milioni di euro aggiuntivi rispetto al piano precedente. Acea aggiorna il piano industriale e presenta gli investimenti «più alti di sempre» principalmente legati a«cinque specifiche azioni: accelerare la crescita (Grow), sviluppare e diversificare il portafoglio di business (Reshape), focalizzarsi sull’innovazione dei processi industriali (Innovate), orientarsi al risultato (Deliver) e ad un approccio dinamico e sostenibile (Smart). Questi elementi sono insiti nell’acronimo «grids» (reti) e rappresentano un’evoluzione del percorso iniziato due anni fa». Lo afferma l’amministratore delegato della società capitolina, Stefano Donnarumma, nella nota sul piano industriale che viene presentato oggi a Milano. «In due anni di intenso lavoro – prosegue Donnarumma – abbiamo fatto leva sui punti di forza di Acea, maturando la consapevolezza di poter fare ancora meglio di quanto previsto inizialmente. Il nostro gruppo si sta rafforzando e questo piano industriale evidenzia con chiarezza come e dove vogliamo creare valore».

La sostenibilità

Il piano investimenti, inoltre, punta ad una crescita e creazione di valore sostenibile per il Gruppo determinando un incremento di 400 milioni degli investimenti per la Sostenibilita’, fino a raggiungere 1,7 miliardi nel periodo 2018-2022. Circa l’80% del totale degli investimenti sarà destinato ad attività regolate. La Rab (Regulatory Asset Base), al 2022, arriverà 4,8 miliardi, in crescita del 28% rispetto al 2018.Nel settore idrico il Gruppo Acea è il principale operatore nazionale con un bacino di utenza di oltre 8 milioni di abitanti, gestore del servizio idrico integrato – acquedotto, fognatura e depurazione – negli Ambiti territoriali ottimali di Roma e Frosinone e nelle rispettive province. È presente nel Lazio, in Toscana, Umbria e Campania. A Roma la società Elabori esegue ogni anno circa 250 000 analisi sull’acqua potabile distribuita.

I dividendi

Acea prevede, per il 2019, un dividendo minimo di 0,75 euro per azione, «in ulteriore crescita nell’arco di piano» al 2022. Lo annuncia la società capitolina nella nota sul piano industriale dopo il cda. «Nel periodo 2018-2022», è scritto nella nota, verranno distribuiti dividendi per 800 milioni «in crescita di 100 milioni di euro rispetto al piano precedente».


http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *