Oscar della scienza a un’italiana che studia le onde gravitazionali


A Hollywood nata una stella, italiana doc. Non un’attrice da tappeto rosso, per. La livornese Lisa Barsotti una scienziata che studia le onde gravitazionali dell’universo, al Massachussetts Institute of Technology. La sera del 4 novembre, ha ricevuto l’Oscar della scienza, durante il Breakthrough gala che, per il settimo anno consecutivo , ha riunito Hollywood e la Silicon Valley per celebrare le menti pi illuminate al mondo nel campo della scienza e della tecnologia.

In palio 22 milioni di dollari. A presentare la serata al Centro di ricerca della Nasa di Mountain View, l’attore e filantropo Pierce Brosnan. Tra gli ospiti molte celebrit dello spettacolo, dello sport e della musica come Orlando Bloom, Lionel Richie, Ron Howard, Julianne Moore, Lupita Nyong’o.

Dopo un tributo speciale a Stephen Hawking, sono sfilate le star della conoscenza: biologici, matematici, fisici provenienti da diversi angoli del mondo. Fra loro, anche la nostra Lisa Barsotti, 40 anni, premiata nella categoria Nuovi orizzonti della fisica assieme ai colleghi del Mit, Matthew Evans e Daniel Harlow. Lisa una principal research scientist del Kavli Institute, specializzato in astrofisica e ricerca spaziale. Nello specifico, impegnata nella ricerca sulla rilevazione di onde gravitazionali presso il Laboratorio Ligo, nato dalla partnership fra il Mit e il Caltech (California Institute of Technology).

Dopo il dottorato in fisica e l’assegno di ricerca all’Istituto nazionale di fisica, ha scelto anche lei, come molti cervelli in fuga, di volare oltre Atlantico. In un’intervista di qualche anno fa si augurata che, prima o poi, l’Italia si accorga di quante risorse vengono sprecate formando studenti a livello eccellente senza poi dare loro la possibilit di realizzarsi in Italia.

5 novembre 2018 (modifica il 5 novembre 2018 | 19:33)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/scienze.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *