Nuoto, mondiali in vasca corta: Paltrinieri d’argento nei 1500, battuto solo allo sprint da Romanchuk


Argento di rabbia per Gregorio Paltrinieri nei 1500 stile libero ai Mondiali in vasca corta di Hangzhou dietro l’ucraino Mykhailo Romanchuk, al termine di una gara fantastica chiusa solo allo sprint negli ultimi 25 metri. Gregorio, oro olimpico e recordman mondiale in vasca da 25 (14’08”06 agli Europei di Netanya nel 2015), ha scelto la via della fuga, imponendo alla gara un ritmo pazzesco e sorprendendo dalla corsia 6 l’ucraino in corsia 4. Fino ai 1000 metri Paltrinieri ha viaggiato sotto il suo record del mondo e con oltre un secondo e mezzo su Romanchuk, poi arrivata la classica crisi dei due terzi di gara: Greg salito sopra i passaggi del record e l’azione si affievolita permettendo all’ucraino di riavvicinarsi. Ai 1300 il vantaggio dell’azzurro si ridotto a soli 69 centesimi, a 100 metri dalla fine erano contenuti a 70.

Finale thriller

Ma il finale di Romanchuk, pi abituato alle gare pi brevi, stato tremendo quanto basta per infilare Greg proprio dopo la virata degli ultimi 50 metri. Il risultato dice 14’09”14 per l’ucraino, 14’09”87 per Paltrinieri, che appena toccata la parete getta via la cuffia per la rabbia. Per Greg il gradino pi alto del podio in corta resta cos un tab negli ultimi due anni: battuto nel 2016 ai Mondiali di Windsor dal coreano Park Tae Hwan (qui assente) e nel 2017 agli Europei proprio dall’ucraino. Che ormai chiaramente l’avversario numero uno del re del fondo italiano.

16 dicembre 2018 (modifica il 16 dicembre 2018 | 11:38)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *