Neymar lascia la fidanzata per un attrito politico, ma lei smentisce


La campagna elettorale brasiliana si insinua anche nella vita privata degli sportivi verdeoro più celebrati, provocando inattesi disastri. E’ il caso di quanto è capitato all’asso del Psg Neymar che si sarebbe lasciato dalla sua attuale fidanzata, l’attrice Bruna Marquezinhe . Tutta colpa, secondo alcuni, di un like del calciatore brasiliano ad un post di un simpatizzante del candidato della destra estrema, quel Jair Bolsonaro che è il netto favorito nel ballottaggio del 28 ottobre prossimo con l’altro candidato alla carica di presidente della Repubblica, ovvero Fernando Haddad. Anche se l’attrice brasiliana ufficialmente smentisce che questa sia stata la ragione della rottura. «È stata una decisione presa da lui, ma c’è stato molto rispetto, molto amore, per lui e per tutto ciò per cui abbiamo vissuto», ha detto Bruna durante una serata di gala a San Paolo in cui ha ufficializzato la rottura.

Litigi

Ma, nonostante le smentite, che la coppia abbia litigato anche su temi politici non dovrebbe sorprendere. Bolsonaro si è infatti segnalato per prese di posizioni che più che antifemministe si potrebbero definire antifemminili o meglio ancora apertamente misogine. Una delle più celebri fu l’insulto rivolto nel 2014 ad una deputata della sinistra «Non ti stupro perché non te lo meriti» che fa il paio con «il problema degli stupri in Brasile è che abbiamo troppe belle donne» o con il più celebre e recente «meglio un figlio morto che gay».

20 ottobre 2018 (modifica il 20 ottobre 2018 | 12:04)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *