Newton Mail, app per la gestione delle email multipiattaforma –


Newton Mail

L’app Newton Mail torna in pista. O meglio, seguendo lo stile di comunicazione del team di sviluppo dell’app: è decollata di nuovo per una rinnovata missione. Con l’obiettivo, e l’augurio da parte degli utenti che la apprezzano, che il viaggio stavolta sia lungo e proficuo.

Newton è un’apprezzata app per la gestione multipiattaforma dell’email.

Consente di gestire i propri account email sui dispositivi più diffusi: iPhone, iPad, Android, Mac e Windows.

Parliamo di un ritorno perché CloudMagic, l’azienda sviluppatrice, aveva prima lanciato il servizio premium Newton Mail. Per poi chiuderlo la scorsa estate.

Nel frattempo, lo scorso dicembre, Essential ha acquisito CloudMagic. Sì, proprio l’Essential fondata da Andy Rubin e produttrice dell’Essential Phone. Invece che essere l’atto finale dell’app, la cosa sembra invece averne segnato la rinascita.

Nell’annunciare il ritorno dell’applicazione, il team CloudMagic conferma di aver lavorato duramente per riportare Newton sulla scena. Ed esprime una rinnovata convinzione: la visione, il core team e l’impegno nel client email rimangono invariati.

Il ritorno di Newton Mail

Newton Mail torna dunque disponibile per il download e la registrazione su dispositivi iOS, Android, Mac e Windows. Si parla di registrazione, perché il modello rimane quello premium. L’utilizzo dell’app è gratuito su tutti i dispositivi per 14 giorni. Dopodiché, per continuare a utilizzare Newton è necessario sottoscrivere l’abbonamento al costo di 49,99 dollari all’anno. I 14 giorni sono dunque da considerare come una free trial per provare l’app.

Il nuovo lancio ha richiesto soprattutto lavoro sul backend e di integrazione con il team Essential, sottolinea CloudMagic. Tuttavia, gli sviluppatori hanno anche apportato alcuni piccoli miglioramenti nella user experience. Rifiniture che, dichiara il team, erano da tempo in sospeso nella roadmap.

Dettagli quali la possibilità di eliminare un singolo messaggio di un thread. E l’opzione “segna come non letto da qui”. Ci sono molti miglioramenti nella finestra Mac Compose, tra cui la possibilità di ridimensionare. Inoltre, c’è la possibilità di aggiungere email a OmniFocus, Things, 2doapp e Bear e altri ritocchi.

Naturalmente, si tratta di piccole novità che si aggiungono alla nutrita cassetta dei tool di Newton. Funzioni consolidate quali la ricevuta di lettura, l’invio differito, l’integrazione con le più diffuse app di produttività e tanto altro.

Maggiori informazioni su Newton sono disponibili sul sito dell’applicazione, a questo link.


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *