Nel 2019 i governi investiranno in cybersecurity e analytics –


cybersecurity Gartner

I responsabili tecnologici del government sembrano intenzionati a concentrare gli investimenti tecnologici in cybersecurity e data analytics per il 2019. A rilevarlo è un sondaggio condotto da Gartner, la società di ricerca e consulenza.

Data analytics e cybersecurity hanno spodestato il cloud dal primo posto nella crescita degli investimenti tecnologici per il 2019. Questa maggiore attenzione ai dati riflette il riconoscimento da parte dei Cio che intelligenza artificiale e data analytics saranno le principali tecnologie “game-changing” per i governi nel 2019.

Le rilevazioni del sondaggio e le analisi sono incluse nel report Gartner “2019 CIO Agenda: Government Insights”. Il sondaggio di Gartner ha raccolto dati da 3.102 Cio intervistati in 89 Paesi e in tutti i principali settori. Inclusi 528 Cio governativi.

Gli intervistati governativi sono segmentati in nazionali o federali; di stato o regionali; locali; e difesa e intelligence. Questa segmentazione serve alla società di ricerca per identificare tendenze specifiche per ogni livello.

Il settore governativo e le tecnologie digitali

Il sondaggio ha rilevato che il 18% dei Cio di tutti i livelli di governo ha messo come priorità le iniziative digitali. Ciò, rispetto al 23% di tutti gli altri settori. Le successive tre priorità per l’ambito governativo sono gli obiettivi specifici di settore (13%), l’eccellenza operativa (13%) e l’ottimizzazione e riduzione dei costi (8%).

I dati dell’indagine indicano che i governi stanno compiendo progressi per la progettazione e la fornitura di servizi digitali. E stanno raggiungendo una maturità comparabile con altri settori.

Agli intervistati è stata posta la domanda su quale fase caratterizzasse le loro iniziative digitali. Il 29% degli intervistati del settore governativo afferma che la propria organizzazione sta scalando e perfezionando le proprie iniziative digitali. Questo, spiega Garner, è il punto di svolta in cui un’iniziativa digitale è considerata matura. Tale dato è aumentato dal 15% dell’indagine del 2018.

Tuttavia, sottolinea Gartner, su questo punto quello governativo è ancora in ritardo rispetto ad altri settori, che registrano un 33% complessivamente. Il divario è particolarmente marcato nella difesa e intelligence, dove solo il nove percento degli intervistati ha scalato le iniziative digitali.

L’importanza dei dati e della cybersecurity

Nonostante l’attenzione al digitale, solo il 17% dei Cio governativi prevede di aumentare i propri investimenti in iniziative di digital business. Ciò, rispetto al 34% dei Cio degli altri settori. I Cio governativi dimostrano una chiara visione del potenziale per il governo digitale delle tecnologie emergenti. Tuttavia, il 45% dichiara di non disporre delle risorse IT e aziendali necessarie per l’implementazione.

L’intelligenza artificiale è diventata la principale tecnologia “game-changing” per i Cio governativi per il 2019. L’intelligenza artificiale (27%) è seguita da data analytics (22%) e tecnologie cloud (19%). Il cloud è sceso dalla prima posizione dello scorso anno, al terzo posto del sondaggio di quest’anno.

Tra gli intervistati del settore governativo, il 10% ha già implementato una soluzione di intelligenza artificiale. Il 39% intende eseguire il deploy nei prossimi uno o due anni. E un ulteriore 36% intende implementare una soluzione di intelligenza artificiale entro i prossimi due o tre anni.

Tra tutti i livelli di governo, business intelligence e data analytics (43%), cybersecurity e information security (43%) e servizi e soluzioni cloud (39%) sono le aree tecnologiche più comuni per maggiori investimenti tecnologici nel 2019.

Maggiori informazioni sul report e sulle attività di Gartner sono disponibili sul sito della società, a questo link.


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *