Napoli, la maggioranza di Dema alla prova del bilancio tra i veleni –


«Questo è solo il primo tempo» racconta il
sindaco Luigi de Magistris. Cosa significa? Cambiati i due
assessori ora c’è da mettere mano ai collaboratori e
soprattutto al ricompattamento della maggioranza. Una
necessità quella di fare un altro giro di cambiamenti
più che una volontà. Non ingannino i selfie e gli
abbracci, il fuoco cova sotto la cenere perché gli scontenti
sono tanti, tantissimi. E tra meno di un mese ci sarà da
approvare il bilancio con gli aggiustamenti che pretende la Corte
dei Conti. Avrà i numeri il sindaco per tirarsi fuori?
Saranno tutti leali? L’ex pm ci crede e ci spera ma non
può giurarci. Certo è che de Magistris ha in mano una
sola arma per cercare di fare breccia, vale a dire le deleghe ai
consiglieri, senza potere di firma, ma che danno grande appeal
politico. Non a caso de Magistris ha fatto un appello alla giunta:
«Bisogna tenere maggiore considerazione per il Consiglio
comunale, loro sono eletti del popolo come il sindaco, gli
assessori nominati da me».

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:

  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet

SCOPRI LA PROMO

Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Sabato 27 Ottobre 2018, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *