Milano-Cortina 2026, il Cio sbarca in Italia: la sfida per i Giochi entra nel vivo. Malagò: «Ottimista»


Recuperato il terreno, il testa a testa con Stoccolma resta serrato. E allora Milano e Cortina dovranno giocare bene le carte da oggi a venerd, quando la commissione del Comitato olimpico internazionale guidata da Octavian Morariu (ma ci sar anche Cristophe Dubi, direttore delle candidature olimpiche), sbarcher in Veneto per un piccolo giro d’Italia (del Nord) che contribuir a orientare il parere di chi, il prossimo 24 giugno, dovr prendere la decisione finale: l’attacco a due punte Milano-Cortina oppure Stoccolma (pi Are) per l’Olimpiade invernale 2026?

A meno di tre mesi dalla proclamazione, il presidente del Coni Giovanni Malag avverte: Ora serve la diplomazia: evitare di parlare male di Stoccolma che, oltre ad essere inelegante, sarebbe poco producente. E allora sotto con le ispezioni. Appuntamento oggi all’aeroporto di Venezia, dove ad accogliere la Commissione Cio atteso anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, per poi trasferirsi al Palazzo Grandi Stazioni, sede della regione Veneto. Cortina, Anterselva, Baselga di Pin, Predazzo, Tesero, Livigno e Milano (gioved e venerd, incluso lo stadio di San Siro oggetto di recenti polemiche): tutte le localit inserite nel masterplan della candidatura italiana saranno sede di ispezione. Sono ottimista, rispettando l’avversario dice Malag.

31 marzo 2019 (modifica il 31 marzo 2019 | 22:58)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *