Milan ko, Leonardo si attacca al flauto: «Rumore incredibile, il regolamento non lo consente»


Il ko con l’Olympiacos, costato l’eliminazione del Milan dall’Europa League, «è stato totalmente influenzato da questi episodi». Lo ha detto Leonardo riferendosi alla battuta del corner da cui è nato il vantaggio greco e al rigore concesso. «Siamo una squadra in costruzione, non siamo brillanti, non dico che dovevamo passare. Non cerco alibi ma mi pare ingiusta questa eliminazione – ha spiegato a Sky Sport -. Poi c’era un rumore incredibile quando andavamo in attacco, non so se fosse una sirena, un flauto o un clacson. Il regolamento non lo permette: l’arbitro doveva fermare il gioco».

Mentre Gattuso non ceca alibi («Abbiamo regalato la gara, senza scusanti»), il d.g. critica anche pesantemente l’arbitro: «Sul calcio d’angolo del primo gol c’è un fallo di mano, perché batte e poi la riprende con la mano. A noi è stato fischiato fallo per la stessa identica cosa con Calhanoglu. E anche il rigore decisivo non c’è, è inventato: non capisco perché in Coppa non ci sia la Var, che è uno strumento utile».

14 dicembre 2018 (modifica il 14 dicembre 2018 | 09:19)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *