Milan, Gattuso richiama Montolivo: «Mai stato fuori rosa. Voglio più cattiveria»


Con l’infermeria sempre più affollata -sono out cinque titolari: Caldara, Calhanoglu, Biglia, Bonaventura e Calabria-, il Milan va a caccia di conferme domenica sera a Udine. «Non dobbiamo cercare alibi» spiega Gattuso. «Con l’Udinese serve una gara vera: sono una squadra fisica, con tanti giocatori che arrivano al metro e novanta. Dobbiamo fare una partita gagliarda. Le vittorie aiutano a farti star bene, ma non è il momento dei sorrisi, dobbiamo battere il ferro: tutti quanti ci stanno aspettando e noi non dobbiamo mollare di una virgola».

L’ultimo forfait, quello di Calhanoglu, costringe il tecnico dei rossoneri a pensare a una coppia di centrocampisti muscolare, formata da Kessie e Bakayoko. La notizia è che nella lista dei convocati torna per la prima volta Riccardo Montolivo, ai margini del Milan di Gattuso. «Ciò che più mi dà fastidio sono le chiacchiere da bar. Montolivo non è mai stato fuori rosa, si è sempre allenato con la squadra. È stato solo escluso dalle sovrapposizioni dieci contro dieci, per il resto è sempre stato presente. La società sa come la penso e come mi muovo. Si sono infortunati anche i giovani Torrasi e Brescianini. Se c’è spazio e se lui si allena come dico io lo convoco. Non vado a simpatie o antipatie, e faccio presente che non ho mai avuto problemi né due mesi né tre mesi fa». Lo schema sarà di nuovo il 4-4-2 esibito nel secondo tempo della gara con il Genoa di mercoledì e la scorsa domenica con la Sampdoria. «Siamo in zona Champions e vogliamo rimanerci».

Gli infortuni di alcuni big della rosa saranno lunghi. Alla riapertura del mercato mancano però due mesi. Gattuso evita di dare consigli per gli acquisti ai dirigenti. «Chiedete a Leonardo e Maldini. Io alleno i giocatori che ho disposizione ma non indico nomi. Voglio parlare solo di chi ho qui ora». Il nome di Ibrahimovic, ora che i Los Angeles Galaxy non si sono qualificati per i play off della Major League, circola con insistenza: il Milan gli ha offerto un contratto di sei mesi.

Di certo il tecnico si aspetta un cambio di mentalità rispetto a quella ostentata questa mattina a Milanello. «Oggi non è stato un grandissimo allenamento prepartita, c’era un po’ di stanchezza, qualcuno non ha ancora recuperato a livello mentale. Spero domani di vedere più voglia, più fame e cattiveria». Montolivo, dopo mesi ai margini, si gode il ritorno nel gruppo. «Felice di tornare finalmente con i ragazzi». Vedremo se ci sarà anche l’occasione di scendere in campo.

3 novembre 2018 (modifica il 3 novembre 2018 | 16:04)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *