Milan-Fiorentina 0-1, pagelle: Higuain notte fonda, Laxalt troppi errori; Lafont vispo


Abate: 6
Sorveglia con scrupolo i suoi terreni, niente di pi.

Zapata: 6
Senza distrazioni.

Romagnoli: 6
Simeone non lo impensierisce granch.

R. Rodriguez: 6
Si d una mossa un po’ tardi, ma nel finale fra i pi insidiosi, fra gli ultimi ad arrendersi.

Calabria: 5
Se la stava cavando, pur non essendo una mezzala. Rovina tutto abboccando malamente alla fintarella di Chiesa che genera il gol sentenza. Ad ogni modo, esperimento fallimentare.

J. Mauri: 6,5
D ritmo e geometria finch i crampi non lo lasciano a piedi. Peccato.

Calhanoglu: 5,5
Partita spaccata in due: ispirato la prima, titubante la seconda. Non basta.

Suso: 5,5
Molti zigzag, tutti inefficaci. stanco, spremuto, andrebbe fatto riposare. Potendo.

Higuain: 5
Da solo o con un’altra punta accanto, il risultato lo stesso. Notte fonda.

Castillejo: 5
Evanescente, saltella qua e l senza combinare nulla.

Cutrone: 5,5
Ha una chance, l’idea della sforbiciata buona, non la realizzazione.

Laxalt: 5
Molti errori, troppi.

Gattuso: 5
Tre partite di fila senza vittorie ma soprattutto senza lo straccio di un gol sono la radiografia di una crisi della quale anche Rino responsabile. La gestione di Montolivo, per esempio.

Fiorentina

Alban Lafont (LaPresse)
Alban Lafont (LaPresse)

Queste invece le pagelle della squadra di Pioli:
Lafont: 7
Vispo tre volte: sulla capocciata di Higuain, sulla legnata da metri tre di Suso, su Rodriguez nel finale. Un punto e mezzo suo.

Milenkovic: 6,5
Salva un gol sulla linea, snodo cruciale del match.

Pezzella: 6,5
Vero che Higuain di questi tempi gi di corda (eufemismo) ma il suo paisa’ lo contiene con disinvoltura.

Vitor Hugo: 7
Costantemente in anticipo, personalit da vendere.

Biraghi: 6
Si occupa soprattutto di braccare Suso. Scelta di buonsenso.

Benassi: 6
Stavolta pi quantit che qualit, l’apporto per sempre garantito.

Veretout: 7
Regia impeccabile, anche durante la prima ora grigia della Fiorentina.

Edimilson: 5,5
Annaspa in mezzo al campo.

Chiesa: 7
Fa una cosa buona in tutto il pomeriggio, ma il gol vittoria. Non un dettaglio.

Simeone: 5
Applicazione indiscutibile, ma ne acchiappa davvero poche.

Mirallas: 5,5
Discreto approccio, convinto, frizzante, poi svanisce pian piano. Il suo allenatore se ne accorge e lo spedisce a lavarsi.

Gerson: 6,5
Impatto notevole, con lui in mezzo si guadagna metri e sostanza. Il suo ingresso cambia il copione.

Pioli: 6,5
Non una Fiorentina eccelsa, resta l’impressione che a deciderla sia stato in fondo un episodio, ma una vittoria dal peso specifico enorme, che potrebbe segnare l’inizio di qualcosa.

22 dicembre 2018 (modifica il 22 dicembre 2018 | 22:50)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *