Messi stende il Betis. Il Barcellona vola a +10 sull’Atletico –


SIVIGLIA (SPAGNA) – Nuovo successo per il Barça, che a quattro giorni dalla manita di Champions sul Lione che ha garantito ai blaugrana l’accesso ai quarti del torneo, sbanca il Benito Villamarin di Siviglia. Grande protagonista della serata andalusa è il solito Messi, che confeziona l’ennesima tripletta della carriera, prima di cogliere un palo in pieno recupero. Di Luis Suarez, costretto poi a uscire con una caviglia malconcia, il quarto gol per i blaugrana, preceduto dal gol della bandiera di Loren. Barça alla sosta con +10 sull’Atletico e +12 sul Real.

TUTTO SULLA LIGA

AGGIUSTAMENTO – Un unico cambio, ma sostanziale, per Ernesto Valverde rispetto alla sfida con il Lione di mercoledì scorso. Fuori Coutinho e dentro Arturo Vidal. Scelta che rimpolpa il centrocampo balugrana che si organizza con Busquets immediatamente davanti alla linea difensiva e Rakitic, Arthur e lo stesso Vidal che giostrano qualche metro più avanti, pronti a servire i due attaccanti Messi e Luis Suarez. Il Betis risponde con la sua ormai classica retroguardia a tre, protetta da William Carvalho. Davanti, ampia libertà per Lo Celso e Jesé, spalleggiati sulle fasce dai due ex Fiorentina Joaquin e Cristian Tello.

IMPLACABILE – Dopo il botto e risposta iniziale, a rompere gli equilibri ci pensa il solito Messi, che poco prima del 20’, sblocca il risultato con una punizione che s’infila sotto l’incrocio che teoricamente doveva proteggere il sorpreso portiere locale Pau Lopez, che pochi minuti dopo si rifa neutralizzando un secondo calcio piazzato della Pulce. A divorarsi il raddoppio, poi, è Luis Suarez, che calcia fiaccamente da ottima posizione. Proprio allo scadere della prima frazione si conferma infallibile, invece, Messi, che liberato da un geniale colpo di tacco del Pistolero uruguaiano, fulmina per la seconda volta Pau Lopez

TESTARDAGGINE – I primi minuti della ripresa sono tutti all’insegna di Luis Suarez che si confeziona e, poi, fallisce tre chiare occasioni da rete. Il cocciuto centravanti, però, non si dà per vinto e, al 18’, s’inventa uno slalom irresistibile, per vie centrali, che si chiude con il pallone depositato per la terza volta alle spalle di Pau Lopez. Quique Setien prova a rimescolare le carte, richiamando in panchina l’impalpabile Lo Celso e l’affaticato Joaquin, sostituiti da Diego Lainez ed Emerson e viene premiato dal gol della bandiera, siglato dal terzo subentrato Loren. A cinque minuti dal termine, un pallonetto da cineteca di Messi fissa il definitivo 4-1. 29 gol in campionato per l’argentino. Unica nota negativa per i catalani, la slogatura alla caviglia destra sofferta da Suarez negli ultimi minuti.

@andydepauli




https://www.youchannel.org/feed/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *