Marcos Alonso lancia il Chelsea, poker Benfica –


ROMA – Vittorie in trasferta per Chelsea e Valencia che hanno la meglio di Slavia Praga e Villarreal solo negli ultimi minuti di partita. Per il Chelsea, vittorioso per 1-0, decisivo un gol di Marcos Alonso all’86’. Il Valencia passa in casa del Villarreal con il risultato di 1-3 grazie a una doppietta di Guedes e a un bellissimo gol di Wass. Il Benfica fa valere il fattore Da Luz e batte per 4-2 l’Eintracht Francoforte grazie a una tripletta del talento Joao Felix.

MARCOS ALONSO VERSIONE BOMBER – Maurizio Sarri schiera i suoi con il consueto 4-3-3 con Pedro, Willian e Giroud a fare da terminali offensivi. Il tecnico toscano lascia in panchina Hazard, Higuain, Kantè e David Luiz. Atteggiamento prudente per lo Slavia che scende in campo con Olayinka unica punta supportato da Stoch, Sevcik e Masopust. Partenza con il freno a mano tirato per le due formazioni con pochissime occasioni offensive nei primi 45 minuti di gioco. Il Chelsea gioca bene ma non si rende particolarmente pericoloso dalle parti di Kolar eccezion fatta per un bel tiro da fuori di Willian che sbatte sulla traversa. La ripresa si apre sulla falsariga del primo tempo con il Chelsea che tiene maggiormente il campo ma creando poche opportunità per passare in vantaggio. Ci prova Rudiger dopo un’ora di gioco sugli sviluppi di un angolo ma il difensore ex Roma trova tra sè e la gioia del gol la respinta del portiere dello Slavia Kolar. Il rischio scuote lo Slavia Praga che tra il 70′ e l’80’ crea due importanti occasioni per portarsi avanti prima con Traore e poi con Boril. Entrambi i tentativi vengono però sventati da Kepa in maniera provvidenziale. Quando il risultato sembra indirizzato verso il pareggio a reti bianche arriva il gol del vantaggio di Marcos Alonso. L’ex esterno della Fiorentina si trasforma in un vero e proprio bomber lanciandosi in area di rigore e colpendo di testa in maniera vincente un perfetto cross di Willian.

Slavia Praga-Chelsea: tabellino e curiosità

JOAO…FELIX DI NOME E DI FATTO – Il classe ’99 Joao Felix apre le marcature al 21′ in favore dei lusitani trasformando un calcio di rigore assegnato dal direttore di gara dell’incontro Anthony Taylor per fallo evidente in area di N’Dicka su Gedson Fernandes. L’Eintracht, rimasto in 10 uomini proprio per l’espulsione di N’Dicka, non si perde d’animo e trova la rete del pareggio al 40′ sfruttando un errore della difesa lusitana. Fejsa si fa soffiare il pallone che arriva sui piedi di Rebic. Il croato entra in area e serve perfettamente Jovic che non ha grossi problemi a calciare la palla in rete per l’inatteso pareggio. L’equilibrio dura, però, pochissimo perchè il Benfica mette nuovamente la freccia grazie ancora al talento di Joao Felix che si crea lo spazio al limite dell’area di rigore e scarica un violento rasoterra di destro cui Trapp non può arrivare. Prima dell’intervallo c’è il tempo di registrare altre due occasioni nitide per il Benfica e un gol annullato correttamente all’Eintracht per fuorigioco. L’uomo in meno per l’Eintracht si fa sentire al rientro in campo con il Benfica che prende il largo prima con Ruben Dias al 49′, poi quattro minuti dopo con Joao Felix che corona una prestazione da sogno con il terzo gol della sua serata che vale il 4-1. Prima del fischio finale c’è il tempo per il gol della speranza dell’Eintracht realizzato da Paciencia con un bel colpo di testa all’incrocio dei pali. Il Benfica batte nettamente 4-2 l’Eintracht ma la rete di Paciencia apre qualche spiraglio di rimonta nell’animo dei tedeschi che tra sette giorni cercheranno l’impresa a Francoforte.

Tabellino e statistiche Benfica-Eintracht Francoforte

RECUPERO FATALE PER IL VILLARREAL – Il derby iberico di Europa League si sblocca già dopo pochi minuti grazie al portoghese Guedes. L’esterno del Valencia prima si procura un calcio di rigore dubbio poi rimedia all’errore dal dischetto del compagno di squadra Parejo scaraventando in porta il pallone respinto dal portiere di casa Fernandez. Il Villarreal reagisce e ottiene il gol del pari al 35’ beneficiando di un penalty concesso per fallo di Garay su Iborra. A incaricarsi dell’esecuzione è Santi Cazorla che spiazza Neto e realizza così il gol del pari. La situazione di parità resiste per tutta la ripresa fino al primo minuto di recupero quando Wass inventa il gol che vale la vittoria per il Valencia. L’azione si sviluppa sulla corsia di sinistra con Gayà che crossa in area di rigore alla ricerca di un compagno di squadra. La palla attraversa l’area di rigore e raggiunge Wass che colpisce il pallone di controbalzo con il sinistro e batte sul secondo palo Fernandez imparabilmente. Dopo meno di 120 secondi arriva anche la rete dell’1-3 con Guedes che perfeziona un eccellente contropiede avviato dopo un corner del Villarreal.

Villarreal-Valencia: tabellino e statistiche


https://www.youchannel.org/feed/

Cerchi un autonoleggio ?

Scegli ora: Autonoleggio Economico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *