Maratona di Milano: vittoria per Ekiru e Kiplagat, per entrambi i record sul suolo italiano


Prestazioni da record alla maratona di Milano 2019. Sia il vincitore maschile il keniano Titus Ekiru con 2 ore 4 minuti e 46 secondi che la keniana Vivian Jerono Kiplagat in 2 ore 22 minuti e 25 secondi hanno fatto registrare le migliori prestazioni assolute sul suolo italiano. Male il nostro Stefano La Rosa che ha perso terreno nel finale e ha chiuso in 2 ore 14 minuti e 16 secondi un tempo che non gli permette di partecipare per ora ai mondiali di atletica leggera che si terranno a Doha, in Qatar dal 27 settembre al 6 ottobre prossimo. Avrebbe dovuto far segnare un tempo inferiore alle 2 ore ed 11 minuti del suo personale.

La gara

Per Ekiru anche la gioia di demolire il primato della manifestazione. Quasi due minuti e mezzo in meno rispetto al tempo di 2 ore 7 minuti e 13 secondi con cui il connazionale Edwin Koech, oggi terzo, due anni fa si era aggiudicato il successo nel capoluogo lombardo, finora il miglior crono della storia sul suolo nazionale nei 42,195 chilometri. Seconda vittoria consecutiva a Milano, al femminile, per la keniana Kiplagat che ha corso una gara in solitaria, conclusasi con più di 10 minuti di vantaggio sull’altra keniana Joan Kigen Jepchirchir (2h32’32”); terza l’etiope Ayelu Abebe Hordofa (2h37’50”), che si lascia alle spalle la croata Nikolina Sustic.

7 aprile 2019 (modifica il 7 aprile 2019 | 14:29)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *