Mancini: «Meglio se la Serie A 2020 finisse prima del 24 maggio…»


Invitato a un convegno dell’Unicef, di cui ambasciatore, a Roma, il c.t. dell’Italia Roberto Mancini ha avuto modo di toccare tanti temi: di campionato e non.

Campionato troppo lungo

Se il prossimo campionato finisse un po’ prima del 24 maggio sarebbe meglio questo sicuro, vediamo adesso quello che si pu fare. Cos il ct dell’Italia, Roberto Mancini, in merito alla decisione della Lega di Serie A di far finire il prossimo torneo il 24 maggio, a meno di tre settimane dall’inizio dell’Europeo itinerante che avr la gara d’esordio allo stadio Olimpico di Roma il 12 giugno.

Il caso Icardi

Mi spiace per la situazione che si creata intorno a Mauro perch conosco il valore del ragazzo e del giocatore. sempre spiacevole quando capitano queste cose perch poi ci rimettono tutti. Per Mancini la corsa alla Champions League adesso ha in palio un solo posto. Credo che tutte le squadre che sono tra il quarto e l’ottavo posto possano crederci il punto di vista del ct, chiaro anche sullo strapotere della Juventus che gi domenica potrebbe vincere lo scudetto: Parliamo di una squadra molto forte, che non ha solo undici giocatori, per questo vince da tanti anni. Ha costruito benissimo, preso giocatori molto bravi e migliorato ogni anno. chiaro che le altre squadre debbano migliorare visto che si finisce sempre abbastanza lontani dalla prima. Questo nel campionato non dovrebbe accadere, ma penso che anche le altre con un po’ di tempo possano avvicinarsi.

Il caso Kean

L’atteggiamento usato contro Kean insopportabile. Bisogna stigmatizzare i buu razzisti, non se ne pu pi. Serve prendere posizione, agire anche duramente, affinch queste cose finiscano. Sull’esultanza del giocatore invece Mancini spiega: un ragazzo e magari la prossima volta probabilmente non lo far, per magari si sentito in difficolt. Anche in Inghilterra, dove sono molto pi avanti di noi nella lotta al razzismo, accadono ancora queste cose, ma noi dobbiamo fare molto di pi per eliminarle del tutto. Il ct azzurro si soffermato quindi sulle polemiche innescate dalle dichiarazioni rilasciate a caldo di Bonucci dopo i fatti di Cagliari, e anche dal successivo intervento di Balotelli contro il difensore juventino. Ho letto qualcosa e mi sembra che Bonucci sia stato frainteso. E comunque poi sembra che la cosa importante sia la polemica tra Balotelli e Bonucci, invece lo quanto accadute in campo, e quindi bisogna cercare di fare in modo che non avvenga pi. E poi, in ottica nazionale, bisogna vedere se saranno convocati tutti e tre…, conclude con una battuta Mancini. Consigli a Kean? Gioca in un club dove credo gliene diano, ha un allenatore esperto che sicuramente lo aiuta, non ha bisogno dei miei consigli, quando poi verr in Nazionale parler con lui per spiegargli qualcosa che magari pu essergli utile. Infine, a Mancini viene chiesto un paragone tra Kean e il primo Balotelli: Io auguro a Kean di fare quello che ha fatto Mario quando era giovane, perch c’ stato un momento della carriera di Mario in cui stato un giocatore straordinario. Quindi speriamo che riesca a fare queste cose per tanti anni.

Il futuro di Zaniolo

Se consigliabile per Zaniolo restare alla Roma anche se i giallorossi non dovessero qualificarsi alla prossima Champions League? Non lo so, lui un bravo giocatore, un ragazzo giovane che deve imparare ancora tanto e deve crescere e migliorare. La cosa pi importante per lui giocare, e giocare sempre come sta facendo adesso.

4 aprile 2019 (modifica il 4 aprile 2019 | 16:53)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *