Lutto in Formula 1: è morto Charlie Whiting, storico direttore di gara


Lutto in Formula 1. morto improvvisamente nella notte italiana (era mattina in Australia) — alla vigilia del Gran premio — Charlie Whiting, storico direttore di gara. Era l’uomo che dava il via ai Gp e che faceva applicare i regolamenti. Sessantasei anni, inglese, stato stroncato da un’embolia polmonare poco dopo essere arrivato in Australia. Mercoled stava bene, era arrivato al circuito, tanto che Sebastian Vettel ricorda: Avevamo fatto assieme un giro del circuito incredibile che non ci sia pi.
Whiting aveva iniziato la carriera lavorando per il team Hesketh, poi nel 1980 era passato alla Brabham dove incontra Bernie Ecclestone di cui diventer amico. Nel 1988 Whiting entra nella Federazione internazionale dell’automobile e nel 1997 viene nominato direttore di corsa.


F1, 10 domande (e risposte) sul Mondiale al via: la Ferrari può interrompere il ciclo Mercedes?



Coppie inedite


Capelli bianchi, figura carismatica, la notizia della sua scomparsa stata accolta con sconcerto e tristezza nel paddock. Jean Todt, il presidente della Fia, lo ricorda cos: Era una figura centrale e inimitabile, Charlie era un grande direttore di gara che incarnava l’etica e i valori di questo sport. La F1 perde un amico, una persona carismatica e un “ambasciatore”. Tutti i pensieri vanno alla famiglia, ai suoi amici e a tutti gli appassionati della F1.

Ex meccanico, Whiting aveva studiato ed era diventato capo degli ingegneri alla Brabham vincendo due Mondiali, nel 1981 e nel 1983 con Nelson Piquet. Da direttore di corsa era lui decidere quando far entrare o uscire una safety car dopo un incidente. Chi segue le corse ricorder in tv i team radio i team radio dei piloti, di Hamilton sopratutto: Dai Charlie leva questa safety che si rovinano le gomme. Whiting ha dato un contribuito fondamentale al miglioramento della sicurezza in pista. Sotto la sua regia stato introdotto l’Halo, l’aureola a protezione dei piloti e sono stati adottati nuovi criteri nella costruzione delle monoposto grazie agli studi condotti dalla Federazione sugli incidenti. Tutti qui a Melbourne gli rendono omaggio, Ross Brawn, direttore sportivo della F1: Lo conoscevo da sempre. Abbiamo lavorato insieme e poi siamo diventati amici, sono distrutto. una perdita enorme. Mattia Binotto, team principal della Ferrari: Charlie era un vero professionista e una persona splendida. Un lavoratore infaticabile che ha contribuito a rendere pi sicura la F1. Era una colonna per questo sport, ci mancher. La Federazione non ha ancora comunicato chi lo sostituir, di certo non sar facile per nessuno raccogliere un’eredit cos grande.

14 marzo 2019 (modifica il 14 marzo 2019 | 09:18)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *