Lovren – Ramos, dal Uefa la prima squalifica “social”


È una sentenza sportiva che costituisce un precedente. Per la prima volta la Uefa ha squalificato un giocatore con un turno di stop per un video pubblicato su Instagram in cui «vengono violate le regole di condotta sportiva». Una specie di Var via social. È successo a Dejan Lovren, difensore del Liverpool e della Nazionale croata, che salterà la prima gara di qualificazione a Euro 2020 contro l’Azerbaigian.

Il motivo? Bisogna tornare al 15 novembre, al match di Nations League in cui la Croazia ha battuto la Spagna 3-2. Lovren ha scelto di festeggiare il successo ricordando le vecchie ruggini con il capitano della Roja e del Real Sergio Ramos (si erano beccati anche durante la finale di Champions vinta dai blancos). In un video pubblicato confessava questo: «Gli ho dato un bella gomitata. Parla adesso amico! Siete un branco di fighette!». E poi altri insulti agli avversari, definiti «codardi». Per chiudere con un post in cui salta di testa sovrastando Ramos. La Uefa ci ha messo due mesi per analizzare il caso ma alla fine ha deciso di applicare la linea della tolleranza zero. Il messaggio è chiaro, occhi agli smartphone. Ci sono partite che non finiscono al 90’.

Quella fra Lovren e Ramos in realtà dura da molto di più. E’ iniziata con le polemiche seguite a un intervento falloso dello spagnolo su Salah. L’egiziano, stella dei Reds, fu costretto a lasciare il campo. All’epoca Lovren, dopo aver perso la Coppa, si era sfogato così: «Sergio Ramos è solo fortunato a giocare nel Real. Fa un sacco di errori, Varane è più forte».

12 gennaio 2019 (modifica il 12 gennaio 2019 | 11:21)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *