Lo spread risale e torna la paura


Dopo un inizio in calo, che faceva ben sperare, lo spread tra Btp e Bund risale a 293 punti. Dopo aver chiuso ieri a 291 punti, oggi l’andamento sembrava in parabola discendente dopo un’apertura a 289. Il rendimento adesso quindi si attesta al 3,267%. I mercati scommettono su un accordo tra Roma e Bruxelles sulla manovra di bilancio italiana ma restano volatili. I mercati comunque sembrano voler scommettere su un accordo tra Roma e Bruxelles sulla manovra di bilancio italiana e premiano le «buone intenzioni» tornando a comprare i titoli di Stato italiani. Una fiducia quasi certamente nata quando Matteo Salvini ha aperto alla possibilità di rivedere il deficit sotto il 2,4%. L’uscita del vicepremier è stata recepita dai mercati come il tampone che attutisce l’emorragia: per qualche ora tutti gli indicatori macroeconomici ritrovano ossigeno e il quadro generale riceve un assestamento positivo. Adesso però anche la flebile fiducia di ieri comincia a fibrillare.

27 novembre 2018 (modifica il 27 novembre 2018 | 10:39)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *