lo spread corre fino a 326 punti, poi si ferma a quota 310. Borse caute


Avvio di giornata in forte tensione per i titoli di Stato italiani con lo spread BTp/Bund che ha aperto in area 320 punti base, a 323 punti, aggiornando i record da oltre cinque anni, per poi ridimensionarsi e tornare verso i 310 punti base. Il differenziale di rendimento tra il BTp decennale benchmark e il Bund tedesco , dopo aver toccato un massimo a 326 punti ora indicato a 310 punti, in lieve rialzo rispetto alla chiusura di mercoled a 309 punti. Il rendimento del decennale italiano schizzato al 3,68% in apertura per poi ridursi al 3,58% attuale (3,55% la chiusura di mercoled).

Partenza all’insegna della cautela per le Borse europee, con Milano in frazionale rialzo (+0,02%) come Parigi (+0,16%) mentre resta indietro Francoforte (-0,11%). Le minute della Fed di ieri sera hanno confermato lo scenario di espansione economica e la possibilit di un ulteriore rialzo dei tassi, il quarto per il 2018, per la fine dell’anno. Indicazione che rafforza il dollaro nel cambio sull’euro: la moneta comune scambiata sotto quota 1,15 con la valuta Usa. Chiusura in netto ribasso invece per le Borse cinesi: a Shanghai l’indice Composite cede il 2,94% a 2.486,42 punti, mentre a Shenzhen il Component lascia sul campo il 2,41% a 7.187,49 punti. Ad affossare i listini in Cina il dato sull’export giapponese, in calo per la prima volta da 22 mesi che ha fatto cadere dello 0,8% la borsa di Tokio.

18 ottobre 2018 (modifica il 18 ottobre 2018 | 09:33)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/economia.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *