L’Inter deve scalare il muro Napoli Icardi (senza Ninja) contro Insigne


Non c’ neppure l’ombra della festa in casa Inter. Il pareggio con il Chievo ha depresso ancor pi la squadra di Spalletti, incapace di uscire dal tunnel in cui si cacciata. Negli ultimi due mesi sono arrivate appena due vittorie in nove partite, tra campionato e coppa, e non si riesce ancora a metabolizzare l’eliminazione dalla Champions League. Ad acuire il malessere l’esclusione di Radja Nainggolan, sospeso dopo l’ennesima intemperanza.

La montagna Napoli

In un clima tesissimo arriva il Napoli di Carlo Ancelotti, il peggior avversario possibile. Nel giorno di Santo Stefano, in un San Siro con almeno 60 mila spettatori, i nerazzurri devono invertire una rotta pericolosissima e difendere il terzo posto. Il Napoli viaggia gi con 8 punti di vantaggio sulla formazione di Spalletti, inchiodata da due mesi orrendi, un gioco latitante e una propensione a bucare gli appuntamenti che contano. La sconfitta con il Tottenham ha dato il via a una serie da incubo, proseguita con il pareggio dell’Olimpico con una Roma ammalata, seguito dalla sconfitta in casa della Juventus e dal misero 1-1 interno con il Psv che ha sancito l’addio alla Champions. Un successo con il Napoli, che l’Inter non riesce a battere in casa dal 16 aprile 2016, ridarebbe fiducia all’ambiente.

Il metodo Marotta

I nerazzurri non avranno Nainggolan, giustamente escluso e multato dopo l’ennesimo ritardo all’allenamento. Il Ninja il flop dell’anno, strapagato (39 milioni) non ha praticamente dato nessun contributo alla causa, piuttosto con i suoi pessimi comportamenti sta diventando una zavorra per Luciano Spalletti che pi di tutti lo ha voluto. Il nuovo ad Beppe Marotta ha optato per la linea dura, un metodo tutto nuovo per l’ambiente interista. Si vedr se dar risultati nel breve, per la strada giusta da seguire: chi non sta nelle regole viene punito, la tolleranza zero.

Tecnici e bomber

Il Napoli vive la situazione opposta. L’eliminazione in Champions League non stata vissuta come un dramma, anche perch arrivata in un girone impossibile con Psg e Liverpool. Ancelotti festeggia le 450 panchine, anche se il tecnico soffre un po’ Spalletti che nel confronto diretto avanti 10 vittorie a 6. Inter-Napoli sar anche una sfida tra i bomber: Mauro Icardi e Lorenzo Insigne. Il capitano dell’Inter l’ancora di salvezza nerazzurra, l’uomo cui nulla si pu rimproverare perch segna e gioca al servizio della squadra. Insigne cerca la svolta: contro l’Inter ha realizzato soltanto un gol.

25 dicembre 2018 (modifica il 25 dicembre 2018 | 13:09)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *