Libere a San Paolo: Bottas è un fulmine, ma Vettel è vicino


I cannibali hanno ancora fame. Per la Mercedes il titolo costruttori una questione di soldi e di immagine, per Valtteri Bottas cancellare lo zero dalla casella vittorie una faccenda personale e ieri lo ha dimostrato con il primato nelle prove brasiliane. Ci andato vicino il finlandese in due occasioni: a Baku dove ha bucato, e a Sochi dove ha dovuto regalare il successo a Lewis Hamilton per spianargli la strada al 5 titolo. Tutti insieme appassionatamente, divisi da un niente.

Lewis a 3 millesimi da Iceman II, Sebastian Vettel a 73. Se c’ una speranza per la Ferrari di tenere aperto il campionato costruttori (deve recuperare 55 punti in due gare) passa per il circuito di San Paolo, dove il ferrarista ha vinto 3 volte e il rivale una: Siamo andati abbastanza bene, le preoccupazione pi grande stata una vite che si tolta nell’abitacolo. Le premesse per una battaglia intensa ci sono, nelle simulazioni di gara la Rossa parsa in palla e il 6 crono di Kimi Raikkonen frutto solo di traffico e leggerezze. Ma sono bazzecole in confronto ai grattacapi della Red Bull: Max Verstappen, dopo una prima sessione da protagonista, stato rallentato da problemi meccanici. Daniel Ricciardo parte con l’handicap di 5 posizioni per aver sostituito il turbo.

9 novembre 2018 (modifica il 9 novembre 2018 | 21:20)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *