Leicester, l’elicottero del patron Srivaddhanaprabha precipita davanti allo stadio


L’elicottero del presidente del Leicester si schiantato fuori dal King Power Stadium dopo la partita con il West Ham. Ancora non chiaro se i dirigenti fossero a bordo. Il presidente Vichai Srivaddhanaprabha, il magnate dei duty free, ha l’abitudine di decollare e atterrare sul campo dello stadio, dove la sua squadra aveva appena pareggiato per 1-1 contro gli Hammers. La zona del parcheggio, il Park E riservato proprio alla squadra e allo staff, stata stata chiusa, mentre lo stadio stato evacuato, anche se i tifosi stavano gi sfollando normalmente.

Le autorit e i dirigenti delle Foxes non hanno ancora rivelato quante persone, e chi, fossero a bordo, ma secondo indiscrezioni di Bt Sports, e in particolare del giornalista Mootaz Chehade ci sarebbero stati proprio Srivaddhanaprabha e il direttore sportivo John Rudkin.

L’incidente si verificato intorno alle 20.30 locali, le 21.30 italiane, circa un’ora dopo il fischio finale della partita: l’elicottero decollato regolarmente dal centrocampo dello stadio, poi il pilota avrebbe perso il controllo e il motore si sarebbe fermato, forse per un guasto al rotore di coda. Lo riferisce Ryan Brown, un fotografo presente alla partita: Il motore si letteralmente fermato: ho sentito un ronzio, mi sono voltato, sceso il silenzio, le pale hanno ruotato ancora e poi c’ stata la grossa esplosione.

Tra le prime reazioni, quella via twitter dell’attaccante Jamie Vardy, che ha twittato una serie di manine giunte in preghiera, come hanno fatto i compagni Harry Maguire e Wilfred Ndidi, mentre il portiere Kasper Schmeichel scoppiato in lacrime.

27 ottobre 2018 (modifica il 27 ottobre 2018 | 23:15)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *