Lazio-Juventus 1-2, pagelle: Correa vola, Leiva il cervello; Cancelo meraviglia, Chiellini baluardo


Bastos: 5,5
Come Ronaldo tocca palla, gli si incolla addosso per evitare che lo punti. Spesso con frenesia, ma si salva. Non riesce invece a frenare Bernardeschi.

Wallace: 5,5
Centrale d’emergenza, va in affanno sui cross.

Parolo: 6,5
Spostato sulla destra per assenze e carenze laziali, maschera piuttosto bene la disabitudine al ruolo. E al 37’ va perfino vicino al gol.

Milinkovic-Savic: 6
A volte delizioso, a volte lezioso. Ma sempre pi vicino al centrocampista che ha fatto innamorare mezza Europa.

Leiva: 6,5
L’anima e il cervello della Lazio: con un’altra squadra.

Luis Alberto: 6,5
Ispirato anche al tiro, sfiora pi volte il gol. Dal suo destro parte il corner dell’autogol.

Lulic: 5
Benino finch non entra Cancelo. Allora cominciano i guai, fino all’imperdonabile ingenuit del rigore.

Correa: 6,5

(LaPresse)
(LaPresse)

Vola a mille all’ora: dribbla, tira, fa ammonire Emre Can, mette Immobile davanti alla porta.

Immobile: 5
Svaria e lotta, ma al 18’ della ripresa si divora un gol pazzesco.

S. Inzaghi: 6,5
Gli mancano due terzi di difesa (Acerbi e Luiz Felipe), pi Marusic. S’inventa Parolo esterno, butta dentro tutta la qualit che ha. La Lazio gioca una gran bella partita, ma cede nel finale.

Juventus:

Queste invece le pagelle dei campioni d’Italia:
Szczesny: 7
Un tempo solo contro tutti: argina ogni iniziativa laziale. Si arrende a un tiro dei suoi.

De Sciglio: 5,5
Spesso in difficolt.

Bonucci: 6
La caviglia destra si piega in modo innaturale al 10’, mezz’ora dopo si arrende al dolore.

Rugani: 6
Con l’addio di Benatia, diventa un semi-titolare. Qualche incertezza, ma si salva.

Alex Sandro: 5,5
Non si vede mai in fase offensiva.

Bentancur: 5,5
Primo tempo faticoso da mezzala, un po’ meglio con il centrocampo a due.

Can: 5
troppo lento. Correa quasi lo irride, poi perde palla e manda Luis Alberto al tiro. Non bastasse, fa l’autogol.

Matuidi: 5
In costante difficolt.

Douglas Costa: 5,5
Qualche accelerazione in avvio, poi si perde.

Dybala: 6
Fatica a trovare la posizione e la palla, ma suo il tiro da cui nasce l’1-1.

Ronaldo: 6
Il niente fino a due minuti dalla fine, quando trasforma il rigore della vittoria.

Chiellini: 6,5
Baluardo a protezione di una squadra che concede troppo.

Bernardeschi: 7
Vola via sulla sinistra e d il la all’azione del pareggio: la giocata che accende la Juve.

Cancelo: 7,5
Allegri lo butta dentro come esterno alto nel 4-2-4 d’assalto. Mossa della disperazione o della ragione? Chiss, ma l’esito meraviglioso: un gol e un rigore.

Allegri: 6,5
La Juve va in difficolt come mai prima d’ora, ma l’intuizione di Cancelo attaccante esterno decisiva.

27 gennaio 2019 (modifica il 27 gennaio 2019 | 23:17)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *