Lazio-Eintracht Francoforte 1-2: sconfitta che non fa male, caos causato dai tifosi tedeschi sugli spalti


C’era quasi da preoccuparsi pi di quello che stava succedendo fuori dal campo che sul terreno dell’Olimpico. Cos la inutile vittoria dell’Eintracht Francoforte per 2-1 contro la Lazio (entrambe le squadre gi qualificate per i sedicesimi e con i biancocelesti che non avrebbero potuto vincere il girone neanche vincendo la partita) non ha provocato danni. Quelli invece che hanno provocato i tifosi tedeschi per le strade di Roma e fuori dallo stadio. Poi, come se non bastasse, all’inizio del secondo tempo c’ stato anche un tentativo di invasione, prontamente bloccato dalla polizia. Poi lanci di fumogeni contro le forze dell’ordine e tentativi di scavalcare le barriere divisorie e raggiungere i tifosi avversari.

Sul campo le due squadre cercavano di giocare senza tener conto di quanto succedeva sugli spalti. Dopo un primo tempo avaro di emozioni la partita si accendeva nella ripresa. Prima, al 56’, il gol di Correa che raccoglieva un passaggio di Luis Alberto, entrava in area e e infilava il portiere avversario incrociando. Immediata la reazione dei tedeschi con un’azione personale di Gacinovic al 65’ che concludeva l’azione con un gran tiro dal limite all’incrocio. La Lazio subiva anche psicologicamente il pari e cos dopo 6 minuti subiva anche il gol di Haller che veniva pescato in posizione favorevole proprio da Gacinovic. La squadra di Inzaghi tentava di raggiungere il pari ma il risultato non cambiava.

13 dicembre 2018 (modifica il 13 dicembre 2018 | 20:50)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *